Cassino, in ricordo dei quattro eroi a cui è intitolata la caserma di Santa Scolastica

Era il 13 luglio del 1976. A Cassino, in via San Bartolomeo, in una fabbrica di bombole di ossigeno, morirono in sei. Quattro erano i componenti di una squadra del distaccamento dei Vigili del Fuoco

Gli eroi di tutti. Degli anziani, dei bambini e persino degli animali. Eroi in carne ed ossa che sfidano il pericolo, le intemperie, le fiamme, l'acqua, per strappare alla morte chi è in difficoltà. Eroi che riescono ad estrarre vive persone dalle macerie e statue votive intatte sotto cemento e travi.

La provincia di Frosinone ed i Vigili del fuoco

La provincia di Frosinone ama i Vigili del Fuoco. Ama le loro divise scintillanti e i loro caschi sempre lucidi.  Perché il loro abbigliamento vuol dire: aiuto, soccorso, salvezza. Perché in provincia di Frosinone quattro eroi, senza macchia e senza paura, hanno perso la vita per salvare un intero quartiere da una terribile esplosione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I quattro eroi di Cassino

Era il 13 luglio del 1976. A Cassino, in via San Bartolomeo, in una fabbrica di bombole di ossigeno, morirono in sei. Quattro erano i componenti di una squadra del distaccamento dei Vigili del Fuoco. L'unico superstite, la medaglia d'oro al valor civile Mario Di Giorgio ancora porta i segni, indelebili, sul corpo. Ai quattro eroi cassinati è stata intitolata la caserma di via Santa Scolastica. A tutti i vigili del fuoco noi dedichiamo questa giornata speciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento