Cassino, inchiesta 'Welcome', in Consiglio Comunale la costituzione di parte

A chiedere la discussione dell'importante punto sono stati cinque consiglieri di minoranza. Il processo avrà inizio il prossimo 13 aprile

L'indagine 'Welcome to Italy' continua a tenere banco tra gli esponenti politici della città. Dopo la richiesta di costituzione di parte civile avanzata dal sindaco di Cassino, Enzo Salera, una parte del gruppo di minoranza (Petrarcone, Mignanelli, Fardelli, Fontana, Evangelista) ha chiesto la convocazione di un consiglio comuna nel quale discutere come punto all'ordine del giorno, proprio la questione 'Welcome'.

"Chiediamo la convocazione del prossimo Consiglio Comunale, inserendo come primo punto all’ordine del giorno: “Discussione e votazione sula costituzione di parte civile del Comune di Cassino come parte lesa e danneggiata nel procedimento penale fissato per il prossimo 13 aprile 2021 nei confronti dei 22 imputati dell’indagine c.d “Welcome to Italy - spiegano i cinque consiglieri di opposizione - visto che nei giorni scorsi il GIP del Tribunale di Cassino, Vittoria Sodani, ha disposto il rinvio a giudizio per 22 indagati, ora imputati, nell’indagine denominata “Welcome to Italy”, fissando l’udienza del 13 aprile 2021, dinanzi al Tribunale Penale di Cassino; la notizia del rinvio a giudizio ha destato ancora una volta grande risalto mediatico, dopo quelle del febbraio 2017, allorquando la Procura della Repubblica richiedeva la proroga del termine per le indagini, e quella dell’ottobre 2019, a seguito dell’ “Avviso di Conclusione delle Indagini”,

La decisione del Gup

sempre nell’ambito della medesima indagine; il clamore destato dalle risultanze di dette indagini è da ricondurre non solo alla gravità dei reati contestati, ma  anche al coinvolgimento degli odierni imputati, alcuni dei quali hanno ricoperto ruoli di primaria importanza e responsabilità nel Comune di Cassino, nonché in enti ad esso collegati; dell’esito di dette indagini si è occupata non solo la stampa e gli organi di informazione locali, ma anche quotidiani a tiratura nazionale (V. “La Repubblica” del 28/11/2020 e Il Mattino nell'edizione del 28 novembre); il clamore suscitato da queste notizie nuoce oltremodo all’immagine della Città di Cassino, ed inevitabilmente alle istituzioni che la rappresentano, non senza avere delle ripercussioni sul tessuto economico del territorio;


che i danni d’immagine alla nostra città sono aggravati dalle altre notizie di questi giorni su altre due inchieste che vedono coinvolti 12 indagati, fra cui un consigliere comunale, per reati di falso nella presentazione di una lista risultata vincente nella competizione elettorale comunale del 2019 e di corruzione elettorale, sempre riferita a quella tornata elettorale;
che, pertanto, è interesse dei sottoscritti consiglieri comunali richiedere la convocazione del prossimo consiglio comunale, con all’ordine del giorno, come primo punto, la discussione e conseguente votazione sulla costituzione di parte civile del Comune di Cassino, quale parte offesa e danneggiata, nell’ambito del procedimento penale nei confronti dei 22 imputati, scaturiti dall’indagine “Welcome to Italy”; per procedere a detta costituzione di parte civile l’unico organo competente e deputato è il Consiglio Comunale di Cassino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento