Cervaro, continua l'incubo dei furti. Zambardi: "Dobbiamo tutelare i cittadini"

Otello Zambardi: “Garantire tranquillità e protezione non è solo un impegno, ma è un dovere fondamentale di tutte le amministrazioni comunali”

E’ iniziato di nuovo l’incubo dei furti tra i cittadini di Cervaro: l'ultimo episodio criminoso ai danni di una famiglia che, per fortuna, non era in casa al momento del grave gesto. Non solo il danno economico subito, ma soprattutto quello psicologico nel vedere i proprio affetti abusati da vandali e criminali.

Quello della sicurezza e della tutela dei cittadini è una delle tante priorità in assoluto del nostro territorio.

Il Gruppo Politico “Cervaro in Comune”, già da diversi mesi si era impegnato a segnalare tali incresciosi episodi che ripetutamente vengono perpetrati ai danni dei privati e degli esercizi commerciali, inoltrando una specifica richiesta al Prefetto della Provincia di Frosinone - quale garante della sicurezza pubblica a livello provinciale – chiedendo di potenziare con ulteriori uomini e mezzi l’intero territorio del Cassinate ed in particolare quello di Cervaro.

Inoltre, da oltre 15 giorni è stata segnalata agli Uffici Comunali la recentissima pubblicazione del bando presentato dalla Regione Lazio per la concessione agli Enti Locali di contributi per l'installazione di impianti di videosorveglianza di aree pubbliche.

Infatti, la Regione Lazio ha stanziato due milioni di euro per detti sistemi di videosorveglianza. Il Gruppo “Cervaro in Comune” ritiene che questa opportunità deve essere presa al volo per la realizzazione il sistema che possa essere un deterrente nei confronti di tutti questi furti che vengono consumati periodicamente nella nostra Città.

 “La realizzazione di detti sistemi di videosorveglianza e di sistemi di gestione delle informazioni tramite l'utilizzo delle nuove tecnologie della comunicazione e servizi digitali, sono importantissimi, poiché consentono di mettere a disposizione delle Forze dell’Ordine tutte quelle immagini e/o notizie utili al fine di prevenire o individuare i soggetti malavitosi. Ciò costituisce uno dei punti fondamentali del nostro programma elettorale” questo è quanto dichiarato dal Candidato Sindaco Otello Zambardi.

La paura dei cittadini di lasciare le proprie abitazioni per svolgere le normali attività quotidiane o per fare una passeggiata è palpabile. Non si può accettare di convivere con una simile situazione, grave ed ormai divenuta insostenibile, al limite dell'esasperazione collettiva, poiché la cittadinanza è inerme dinanzi a questi ripetuti episodi, che il più delle volte avvengono nelle ore pomeridiane o notturne.

L’Avv. Otello Zambardi ha più volte ricordato come da mesi si verificano una serie di furti che colpiscono sia le attività commerciali che le private abitazioni e che non permettono ai cittadini di vivere tranquillamente.

Tutti gli episodi criminosi verificatesi nei mesi pregressi, evidenziano come sia necessario un forte presidio del territorio, che ci obbliga a non retrocedere neppure di un metro rispetto all’avanzare del vandalismo, della furbizia, dell’incuria e di piccole criminalità.

L’Avv. Otello Zambardi  ritiene che: “È cresciuto il senso di insicurezza percepito da parte dei cittadini che va ascoltato ed accolto. Riteniamo, quindi, che garantire tranquillità e protezione non sia solo un impegno, ma sia un dovere fondamentale di tutte le amministrazioni comunali”.

Sarà necessario prevedere nuovi e più diffusi sistemi di pubblica illuminazione per garantire sicurezza degli spazi pubblici che si prestano a diventare luoghi poco raccomandabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maggiore controllo del territorio e quindi maggiori investimenti in sistemi all’avanguardia di videosorveglianza, da installare nei punti nevralgici della Città, per scoraggiare l’incremento di tali eventi  e con l’obiettivo di mettere le immagini a disposizione delle forze dell’ordine con le quali è necessario instaurare un costante e reciproco rapporto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento