menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cervaro, 5 pale eoliche dal costo di 25 milioni di euro preoccupano Zambardi

Il consigliere di minoranza scrive al sindaco Marrocco ed all'ufficio preposto presso la Regione Lazio affinché venga rinviato il tavolo tecnico in programma per lunedì 28 settembre: "Ci siamo appena insediati e dobbiamo capirne l'utilità".

La prima azione di tutela e controllo del territorio Otello Zambardi l'ha messa in atto venerdì con la richiesta di differimento del tavolo tecnico fissato per il 28 settembre e avente come tema l'installazione di 5 enormi pale eloliche a Cervaro su un'area di 50 ettari. Un progetto ambizioso e dal costo di oltre 25 milioni di euro. 

Le incongruenze

"Il sottoscritto avvocato Otello Zambardi, Consigliere del Comune di Cervaro, in merito alla realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica con n. 5 pale eoliche, nel territorio del Comune di Cervaro e di cui si effettuerà un tavolo tecnico nell'ambito della procedura di cui all'art. 27-bis del D.Lgs. n. 152/06, previsto per il giorno 28/09/2020, rileva delle gravi incongruenze ed inesattezze che devono compiutamente esaminarsi in quanto non correttamente valutate e che comunque abbisognano di ulteriore tempo per essere sufficientemente istruiti e pertanto si chiede un differimento di detto tavolo tecnico". 

L'azienda inesistente?

Nella lettera inviata al primo cittadino Ennio Marrocco ed al dirigente della Regione Lazio che si occupa di questo settore, il capogruppo di 'Cervaro in Comune' spiega e chiede:

1) Si sono appena concluse le consultazioni elettorali per il rinnovo del consiglio Comunale di Cervaro; 
2) Il predetto progetto deve essere portato a conoscenza della collettività ed a tutt'oggi nessuno ha cognizione di una trasformazione di impatto ambientale del territorio cervarese che ne determinerebbe uno stravolgimento irreparabile. 
3) Il progetto prevede un'opera compensativa, di cui non solo non v'è la necessità, ma che non è stata neanche espressamente richiesta anche perché completamente estranea alla produzione di energia elettrica. 
4) Inoltre, l'opera dovrebbe essere realizzata dalla società Biowatt Srl con sede in Viterbo, Via Settembrini n.06 e che è strutturata per il 10% da tale Santarelli Antonio Sante, per il 35% dalla società MIV SRL e dal 55% da un'altra società Irnerio Srl. La società Biowatt Srl ha ZERO DIPENDENTI ED È INATTIVA. La stessa dovrebbe realizzare n.5 pale eoliche sul territorio del Comune di Cervaro per un costo di €24.832.473,78. 
5) Non sono chiare le finalità e nessun beneficio ne deriverebbe per i cittadini di Cervaro; anzi, verrebbe deturpato tutto l'ambiente interessato alla realizzazione e di un'opera inutile e che occuperebbe lo spazio di oltre 50 ettari di terreno agricolo. 
Pertanto, alla luce delle considerazioni sin qui esposte, si chiede un differimento del tavolo tecnico ad ulteriore data al fine di meglio esaminare la corposa documentazione depositata. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento