rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Scuole in via di riapertura

Scuola in presenza o a distanza, le decisioni dei sindaci che avevano chiuso

Gli istituti di Cassino, Ceccano, Anagni, Veroli, Pontecorvo e Fiuggi riapriranno con certezza da lunedì 17 gennaio. Altrettanto dovrebbero fare, tra i grandi comuni, Frosinone e Sora

Da Cassino, Ceccano, AnagniVeroli e Pontecorvo hanno già confermato che da lunedì 17 gennaio 2022 si tornerà alla didattica in presenza. Si resta in attesa degli altri grandi comuni ciociari in cui i sindaci avevano disposto la Dad: Frosinone, Sora, Sorano e Fiuggi. Riaperte regolarmente dallo scorso 10 gennaio, invece, le scuole comunali di Alatri, Ferentino e Monte San Giovanni Campano.   

+++ Articolo aggiornato alle 18.10 +++

Il sindaco di Cassino Enzo Salera, affiancato dall’assessora alla pubblica istruzione Maria Concetta Tamburrini, ha sottolineato che “i nostri scolari devono poter usufruire del loro diritto allo studio nel modo più completo ed efficace”.

L’omologo di Ceccano Roberto Caligiore e l’assessore al ramo Mario Sodani hanno fatto presente all’unisono che “la settimana che sta trascorrendo in Dad è stata utilissima per superare quelle difficoltà, anche logistiche, che si erano presentate, alla luce anche del ritardo con cui il Ministero dell’Istruzione aveva inviato le note operative e altro”. A Ceccano, nel frattempo, il 96% dei giovani 12-18 anni è vaccinato e gli Under 18 positivi rappresentano il 20% del totale.

“Lunedì 17 Gennaio si rientra a scuola in sicurezza”, ha dichiarato il sindaco di Veroli Simone Cretaro lanciando la campagna di screening gratuiti con tamponi antigenici rapidi di ultima generazione. “Considerando l’andamento dei contagi in decremento e sentiti i sindaci della Consulta del Cassinate, unitamente all’assessore alla pubblica istruzione Annagrazia Longo, comunichiamo il ritorno alla didattica in presenza da lunedì 17 gennaio”, ha confermato altresì il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo.

Anche il sindaco di Anagni Daniele Natalia ha confermato la didattica in presenza: "La decisione presa dalla nostra Amministrazione di ritardare di una settimana il rientro in presenza degli alunni era stata determinata dalla necessità di impedire un drastico aumento dei contagi da Covid-19; è sempre più alto infatti il numero di bambini e ragazzi in età scolare risultati positivi e che, pur stando fortunatamente bene ed in isolamento domiciliare, avrebbero rappresentato sicura fonte di diffusione del virus tra i compagni. Riteniamo comunque opportuno, anzi fondamentale, restituire ai bambini ed ai ragazzi, nonché ai loro insegnanti, la possibilità di tornare tra i banchi e di riacquisire, pur con tutte le attenzioni e nel pieno rispetto delle regole varate dal Governo, quella normalità che la scuola in presenza rappresenta".

Ok alla riapertura delle scuole anche dal sindaco di Fiuggi Alioska Baccarini: "In questa settimana ove le lezioni si sono opportunamente svolte in Dad, l’amministrazione comunale, adottando provvedimenti per mezzo degli organi preposti e della dirigenza scolastica, ha posto in essere ulteriori misure di sicurezza per il ritorno alle lezioni in presenza di scolari e studenti. Quali quella dell’ulteriore distanziamento all'interno della mensa della scuola media, ed anche prevedendo la proroga di misure di prevenzione per ciò che concerne il trasporto scolastico". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola in presenza o a distanza, le decisioni dei sindaci che avevano chiuso

FrosinoneToday è in caricamento