rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Attualità

Un ciociaro doc dirigerà l’Orchestra in scena al Teatro dell’Opera di Tirana

Per onorare invece Marco Attura giungerà l’Amministrazione Provinciale di Frosinone, rappresentata da Luigi Vacana e il liceo “Bragaglia” con il prof. Biagio Cacciola

Sarà un ciociaro Doc, il maestro Marco Attura di Acuto, a dirigere l’Orchestra in scena al Teatro dell’Opera di Tirana, con il capolavoro “Samson et Dalila” di Camille Saint-Saëns.  I tre atti dell’opera lirica, ispirata al noto episodio biblico, si protrarranno fino al prossimo 28 aprile con la regia di Paul Emile Fourny. E’ la storia della liberazione degli Israeliti dalla vessatoria dominazione dei Filistei ad opera di Sansone. L’eroe, uomo dalla forza straordinaria che nessuno riesce a sconfiggere sul campo, viene sedotto dalla sacerdotessa filistea Dalila, che gli estorce con l’astuzia il segreto del suo potere. Alla fine, l’intervento di Dio condurrà gli Israeliti verso un esito positivo, ma dai risvolti tragici. 

A sostegno dei nostri connazionali impegnati nella rappresentazione - figurano infatti anche il Tenore Dario Di Vietri e il Baritono Luca Bruno, l’Istituto Italiano di Cultura. Per onorare invece il nostro Marco Attura, direttamente da Frosinone, giungerà l’Amministrazione Provinciale di Frosinone, rappresentata da Luigi Vacana e il liceo “Bragaglia” con il prof. Biagio Cacciola. Tra i patrocinatori dell’evento, praticamente una delle Opere più belle del repertorio francese, non poteva mancare l’Ambasciata di Francia in Albania. 

“Con Marco Attura ci sarà simbolicamente tutta la Ciociaria – dichiarano Luca Di Stefano e Vacana - un autentico orgoglio per il nostro territorio, nel solco della tradizione che vede la nostra Provincia primeggiare in ambito culturale”.  

Il giovanissimo direttore d’orchestra, dopo aver conseguito i diplomi Cum Laude si è perfezionato presso la Regia Accademia Filarmonica di Bologna, lo Städtische Bühnen di Münster in Germania, il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto e l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano. E’ inoltre diplomato in Beni culturali e della Conservazione.  Appena ventitreenne debutta sul podio del Teatro degli Industri con l’opera “Gianni Schicchi” di Puccini e successivamente con il “Don Giovanni” di Mozart. Le sue composizioni, pubblicate dalla Casa Musicale Sonzogno e Universal Edition, sono eseguite in rassegne musicali e seminari internazionali e trasmesse per la RAI e le maggiori testate. 

Docente di Lettura della Partitura, nei Conservatori di Musica italiani, svolge attività direttoriale nei maggiori teatri d’Europa, e non solo. 

   Negli ambienti culturali di Tirana e dell’Albania cresce intanto l’attesa e tutto ha il sapore del successo annunciato: con la Provincia che sarà lì, in prima fila, a sostenere ancora la bellezza e un figlio così talentuoso di questo territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un ciociaro doc dirigerà l’Orchestra in scena al Teatro dell’Opera di Tirana

FrosinoneToday è in caricamento