Colle San Magno, taglio del nastro per la nuova area addestramento cani “Monte Asprano”

La zona, completamente tabellata, è stata affidata alla gestione della locale sezione di Federcaccia “Colle San Magno 2”, guidata da Carlo Nota

Un’ampia area sul monte Asprano, immersa nella natura e in un paesaggio fantastico, dove esercitare le attività cinofile in tranquillità. Si è svolta ieri, a Colle San Magno, la cerimonia di inaugurazione della nuova Zona Addestramento Cani ‘Monte Asprano’, un progetto che l’Amministrazione comunale del sindaco Antonio Di Adamo è riuscito a centrare grazie al grande lavoro svolto in collaborazione con Federcaccia. La zona, completamente tabellata, è stata affidata alla gestione della locale sezione di Federcaccia “Colle San Magno 2”, guidata da Carlo Nota.

Presenti al taglio del nastro, oltre al sindaco Antonio Di Adamo, al vicesindaco Antonio Di Nota, all’assessore Manuela Spiriti, al delegato alla caccia Antonio Di Murro e al consigliere Angelo Colamatteo, il presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo, il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli, il sindaco di Roccasecca Giuseppe Sacco, il maresciallo Angelo Iodice, comandante della stazione dei Carabinieri di Roccasecca, l’ex commissario della Provincia di Frosinone Giuseppe Patrizi e il presidente della Federcaccia provinciale Sandro Filippi, oltre a tantissimi cittadini e appassionati. A benedire il progetto, il parroco don Xavier Razanaday.

Emozionato il consigliere Antonio Di Murro: “Sono orgoglioso come cittadino di Colle San Magno. Si avvera un sogno che avevo da bambino”. I complimenti all’amministrazione sono arrivati anche da Carlo Nota di Federcaccia “Colle San Magno 2”: “Obiettivo raggiunto, quando si lavora di squadra, quando c’è la volontà di fare, i risultati arrivano”.

Un saluto anche da parte del consigliere Ciacciarelli che ha evidenziato come la caccia e la Zac possono essere strumenti per difendere il territorio, mentre Sandro Filippi ha evidenziato le difficoltà del settore, in particolare nei rapporti con la Regione Lazio: “Quando la delega era della Provincia avremmo centrato l’obiettivo in due settimane, ci sono voluti mesi. Sarebbe fondamentale riportare questa competenza dove stava, sul territorio”.

A concludere la cerimonia le parole del presidente della Provincia Antonio Pompeo: “Un traguardo che premia il lavoro di un piccolo comune che, attraverso la collaborazione con il mondo dell’associazionismo, promuove e valorizza il territorio, puntando sulle ricchezze ambientali. Complimenti all’amministrazione comunale, al sindaco Antonio Di Adamo e a tutti coloro che hanno permesso di raggiungere questo importante risultato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento