Martedì, 19 Ottobre 2021
Attualità

Colleferro, presentato il libro di Francesca Costantini i Figli di Baal

Invogliare i giovani alla lettura ‘oggi’ è davvero difficile ma, autrici giovani e frizzanti come Francesca Costantini sono esattamente quel che occorre ad una tipologia di società come la nostra improntata principalmente sulla tecnologia...

Invogliare i giovani alla lettura 'oggi' è davvero difficile ma, autrici giovani e frizzanti come Francesca Costantini sono esattamente quel che occorre ad una tipologia di società come la nostra improntata principalmente sulla tecnologia, videogiochi e mezzi di comunicazione che purtroppo tolgono spazio alla fantasia e alle cose semplici. È stata dunque Francesca a parlarci del suo romanzo, il secondo di una trilogia che interessa soprattutto i più giovani e gli appassionati del genere'fantasy'.Una giovane trentaduenne che faticosamente porta in giro il suo messaggio e la sua filosofia di vita, conseguenza di un percorso conseguente alla educazione mentale ricevuta. Pochi i guadagni derivanti dalle vendite del suo 'giovane' bestseller ma tantissima la passione che la spinge a continuare in maniera determinata il suo percorso e che ieri, 3 Maggio a recarsi presso la libreria C&C CATENA di Colleferro per promuovereo il suo libro. I Figli di Baal: La Guida Rossa il primo; I figli di Baal, I giardini dell'essere il secondo. Un titolo di certo enigmatico quanto affascinante. Curiosando un po' in rete, scopriamo che Francesca alla sua prima esperienza nella pubblicazione di un romanzo pubblicato da Armando Curcio Editore è però impegnata nell'ambiente già da diverso tempo, nasce come giornalista e poi come pubblicista per essere assunta infine come editor presso lo stesso Curcio Editore che decide di pubblicarla. Quanto detto fin qui basterebbe già a qualificare l'autrice. Appassionata di videogame di chiara ispirazione fantasy, tra cui Diablo e la saga di Baldur's Gate, per non dimenticare i giochi di ruolo ed i cartoni, è anche una grande estimatrice di saghe fantasy con la "s" maiuscola, da quelle del Prof. J.R.R. Tolkien (Il Signore degli Anelli, Lo Hobbit, ed Il Silmarillion) a quelle di T. Brooks con La Spada di Shannara, ora finalmente corona il sogno di tanti appassionati del genere pubblicando un romanzo tutto suo. Numeri e riferimenti religiosi o mistici, universi paralleli, miscuglio di geni, razze e quant'altro determinanti per la sopravvivenza dell'intero universo. Combattimenti svolti secondo precise strategie di combattimento ed arti marziali, magia bianca, magia nera e rossa, palle infuocate, donne bellissime e guerrigliere, inquisizioni, suspance, seduzione intrighi e quant'altro in questa trilogia decisamente mistica. Un'autrice priva di logica ben precisa, una donna che 'si racconta raccontando'. Privo di spazio temporale il romanzo conferisce a chi decide di leggerlo la possibilità di immergersi in una condizione al di fuori della solita avventura. Questa giovane autrice romana merita una possibilità dunque, merita di essere letta dai più giovani?e perché no, anche da qualche adulto che di diventare 'grande', non ha ancora la benchè minima intenzione.

Clarissa Guerrieri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, presentato il libro di Francesca Costantini i Figli di Baal

FrosinoneToday è in caricamento