Attualità

Convenzione con Cdp, la provincia di Frosinone presa come modello

Il Presidente Pompeo: "Non posso che essere orgoglioso di questo 'primato'. Nonostante il periodo difficile dovuto alla pandemia, il nostro Ente ha continuato a lavorare e, anzi, aumentato l’impegno sul tema dell’edilizia scolastica e della viabilità". Tanti i vantaggi della convenzione

I vantaggi e le possibilità offerte dalla convenzione con Cassa Depositi e Prestiti nelle fasi di programmazione, progettazione, affidamento ed esecuzione delle opere infrastrutturali da realizzare, potendo contare su un servizio di consulenza tecnico-amministrativa ed economico-finanziaria.

E l’esempio della Provincia di Frosinone che l’Upi Lazio porterà come modello di partenariato efficiente ed estremamente funzionale.

Il webinar organizzato da Upi Lazio

È stato questo l’oggetto del webinar che si è svolto ieri, dalle 14 alle 16 in videoconferenza, dall’Unione delle Province del Lazio, in collaborazione con CdP, attraverso la nuova unità dedicata di Sviluppo Infrastrutture. Un supporto alla PA con un servizio di consulenza su misura e gratuito, per accelerare la realizzazione delle infrastrutture ed ottimizzare le modalità di intervento.

Un’esigenza scaturita dalla necessità di ampliare le modalità classiche di intervento di CDP sul territorio, integrando il sostegno finanziario con quello tecnico, per essere un affidabile partner delle Amministrazioni durante l’intero ciclo di sviluppo dei progetti (infrastrutture di edilizia sociale e direzionale, mobilità e trasporti, ambiente acqua e rifiuti).

La Provincia di Frosinone indicata come modello

E il caso della Provincia di Frosinone è stato indicato come modello di perfetta riuscita: l’Amministrazione Pompeo, infatti, è stata la prima Provincia d’Italia ad aver sottoscritto, il 31 ottobre 2019, il protocollo d’intesa con Cassa Depositi e Prestiti su progetti e finanziamenti nei due settori chiave di questi Enti: edilizia scolastica e viabilità.

Non solo: il responsabile dello Sviluppo Infrastrutture Area Tecnica di CdP, l’ingegner Paolo Ricò, ha individuato proprio nella Provincia di Frosinone il ‘caso simbolo’ della sinergia tra i due Enti, certificando non solo l’ottimo lavoro di squadra portato avanti in questi due anni ma anche una riduzione certificata dei tempi medi di appalto del 18%.

In occasione del webinar di domani, inoltre, saranno illustrati gli eccellenti risultati raggiunti dalla Stazione Unica Appaltante anche grazie all’accordo con CdP, numeri che lo stesso presidente Pompeo ha illustrato nel corso dell’ultimo consiglio provinciale, sottolineando come si sia passati dalle 20 gare espletate nel 2016 alle 92 del 2020 per un importo totale di oltre 32 milioni di euro.

Le parole di Pompeo

“Come presidente della Provincia di Frosinone non posso che essere orgoglioso di questo ‘primato’ – è il commento di Pompeo – che testimonia come, nonostante la pandemia e le difficoltà oggettive riscontrate in questo lungo periodo di emergenza, il nostro Ente abbia continuato a lavorare e, anzi, aumentato l’impegno sul tema dell’edilizia scolastica e della viabilità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convenzione con Cdp, la provincia di Frosinone presa come modello

FrosinoneToday è in caricamento