menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il pane sospeso e il compleanno solidale di padre Francesco Vennitti

A Cassino i proprietari ed i clienti di un forno regalano cibo ai poveri mentre un giovane consacrato chiede, al posto degli auguri, di donare una spesa a chi è in difficoltà.

Ai tempi del Coronavirus c'è chi vive momenti di grande disagio economico. Chi si è ritrovato senza lavoro, senza guadagno mensile con moglie e figli a carico, non riesce a trovare una fonte di guadagno e per questo sono aumentate le richiede di aiuto 'alimentare' alla Caritas ed alle associazioni di volontariato.

A Cassino, nel sud della provincia di Frosinone, per esempio, è scattata la grande macchina della solidarietà oramai da settimane: il Comune ha distribuito pacchi e buoni spesa. La Caritas ha dato vita a raccolte di cibo straordinarie e tanti cittadini benestanti tendono una mano a chi non riesce a superare questa difficoltà. Una vera e propria gara di solidarietà alla quale si sono aggiunti due gesti di immenso amore per il prossimo.

Romina e il pane sospeso

Il forno 'La spiga d'oro' con sede in via Po civico 1, da qualche giorno ha avviato la raccolta di 'pane sospeso'. I clienti di Romina Spennato possono acquistare qualsiasi cosa presente dietro il bancone e lasciarlo in una grande situata all'interno del negozio. Quel pane, quei dolci e quelle pizze donate saranno poi distribuite alla Caritas o più semplicemente a chi ne fa richiesta. Poco distante presso il supermercato Decò in via Pascoli è possibile invece lasciare la 'spesa sospesa'.

Il compleanno 'speciale'

Ma la generosità non conosce confini e soprattutto date da calendario. E per questo motivo nel giorno del suo compleanno, padre Francesco Vennitti, giovane consacrato della parrocchia di Sant'Antonio, ha postato un appello sulla pagina social: "Niente auguri per me, ma solo una spesa da donare alla Caritas. Anche un piccolo gesto può servire a compiere un gesto ancor più grande". Un post che ha scosso ulteriormente anime e coscienze della comunità cassinate che si sta prodigando nell'acquistare pane al forno di Romina ed a portare generi alimentari presso la chiesa di Sant'Antonio. La generosità ai tempi del Coronavirus è il vaccino più grande contro l'indifferenza e la cattiveria.
Grazie Romina, grazie padre Francesco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento