Coronavirus, il pane sospeso e il compleanno solidale di padre Francesco Vennitti

A Cassino i proprietari ed i clienti di un forno regalano cibo ai poveri mentre un giovane consacrato chiede, al posto degli auguri, di donare una spesa a chi è in difficoltà.

Ai tempi del Coronavirus c'è chi vive momenti di grande disagio economico. Chi si è ritrovato senza lavoro, senza guadagno mensile con moglie e figli a carico, non riesce a trovare una fonte di guadagno e per questo sono aumentate le richiede di aiuto 'alimentare' alla Caritas ed alle associazioni di volontariato.

A Cassino, nel sud della provincia di Frosinone, per esempio, è scattata la grande macchina della solidarietà oramai da settimane: il Comune ha distribuito pacchi e buoni spesa. La Caritas ha dato vita a raccolte di cibo straordinarie e tanti cittadini benestanti tendono una mano a chi non riesce a superare questa difficoltà. Una vera e propria gara di solidarietà alla quale si sono aggiunti due gesti di immenso amore per il prossimo.

Romina e il pane sospeso

Il forno 'La spiga d'oro' con sede in via Po civico 1, da qualche giorno ha avviato la raccolta di 'pane sospeso'. I clienti di Romina Spennato possono acquistare qualsiasi cosa presente dietro il bancone e lasciarlo in una grande situata all'interno del negozio. Quel pane, quei dolci e quelle pizze donate saranno poi distribuite alla Caritas o più semplicemente a chi ne fa richiesta. Poco distante presso il supermercato Decò in via Pascoli è possibile invece lasciare la 'spesa sospesa'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il compleanno 'speciale'

Ma la generosità non conosce confini e soprattutto date da calendario. E per questo motivo nel giorno del suo compleanno, padre Francesco Vennitti, giovane consacrato della parrocchia di Sant'Antonio, ha postato un appello sulla pagina social: "Niente auguri per me, ma solo una spesa da donare alla Caritas. Anche un piccolo gesto può servire a compiere un gesto ancor più grande". Un post che ha scosso ulteriormente anime e coscienze della comunità cassinate che si sta prodigando nell'acquistare pane al forno di Romina ed a portare generi alimentari presso la chiesa di Sant'Antonio. La generosità ai tempi del Coronavirus è il vaccino più grande contro l'indifferenza e la cattiveria.
Grazie Romina, grazie padre Francesco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento