Coronavirus, senza guadagno da due mesi, l'amarezza di titolari e dipendenti di Macramè

Il personale, dei tre saloni di bellezza dislocati tra Cassino, Frosinone e Valmontone, che attende ancora l'erogazione della cassintegrazione, è allo stremo

Trenta dipendenti dislocati in tre grande saloni di bellezza situati tra Cassino, Frosinone e Valmontone che attendono l'erogazione della cassintegrazione. I negozi hanno chiuso i battenti lo scorso nove marzo e loro l'ultimo stipendio (quello inerente al mese di febbraio) lo hanno percepito il 10 marzo. Da quel momento è stato il vuoto. L'amarezza e la disperazione di titolari e dei ragazzi che con grande professionalità hanno portato avanti le tre attività, è cosa comprensibile. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La soluzione 'alternativa'

"Non possiamo che essere dalla parte dei nostri dipendenti - spiega Francesco Malafronte, che si occupa della gestione legale ed amministrativa della società - ma non possiamo far altro che dar loro sostegno morale. Anzi siamo cercando di darci conforto a vicenda. Molti di loro hanno rifiutato e continuano a farlo con grande responsabilità, chiamate di 'lavoro a nero' nelle abitazioni. Perché ci sono cittadini che non hanno paura del contagio. Ecco loro hanno detto sempre no, anche se sono oramai allo stremo. Questo dovrebbe essere apprezzato ancor di più dal Governo che dovrebbe sollecitare gli Istituti previdenziali nell'accelerare l'erogazione dei contributi economici".

Nel Lazio chiuse tutte le domande per la CIG Covid 19

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento