Attualità

Coronavirus, anche la Chiesa si 'adegua': niente segno della pace

Niente stretta di mano e la comunione non si riceve in bocca. Ecco le misure precauzionali comunicate dalle Diocesi della provincia di Frosinone

L'emergenza sanitaria del Coronavirus arriva perfino a 'cambiare' le regole in chiesa. Su invito della prefettura e della Asl di Frosinone  le Diocesi della Provincia di Frosinone (Anagni-Alatri; Frosinone-Veroli-Ferentino; Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo) hanno indicano alcune misure precauzionali da seguire nelle comunità ecclesiali. Una decisione dettata soprattutto "dalla paura diffusa tra la popolazione" come si legge nella nota apparsa sul sito delle 3 Diocesi. Ed ecco che quindi chi parteciperà alla celebrazione eucaristica si troverà di fronte ad alcune modifiche del rito. La comunione verrà data in mano e ricevuta "possibilmente in mano", bisogna "evitare lo scambio della pace" perché è un gesto che comporta ovviamente la stretta di mano; si consiglia di togliere l’acqua dalle acquasantiere; ed infine si consiglia di areare gli ambienti al termine delle celebrazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, anche la Chiesa si 'adegua': niente segno della pace

FrosinoneToday è in caricamento