Coronavirus, ecco il Dpcm che sarà in vigore fino al 24 novembre

Servizi di ristorazione fino alle 18. Attività di palestre, piscine, cinema e teatri sospese fino al 24 novembre. Ecco tutte le nuove misure adottate dal Governo

Il Premier Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm che entrerà in vigore da domani. Attesa per oggi la conferenza stampa per spiegare in dettaglio i cambiamenti. Le novità più importanti riguarderanno gli orari consentiti per i servizi di ristorazione di bar e ristoranti (dalle 5 alle 18), con il servizio di asporto fino alle 24, e la sospensione delle attività di palestre, piscine, sale giochi, cinema e teatri. Il nuovo Dpcm sarà in vigore fino al 24 novembre.

Bar e ristoranti

Possibilità per tutto il comparto della ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) di apertura tutti i giorni dalle 5 alle 18 con serivio ai tavoli da massimo quattro persone. L'asporto e il servizio a domicilio è consentito fino a mezzanotte. Vietato consumare cibi e bevande nei locali e nelle vicinanze dopo le 18.

Feste, fiere, congressi e concorsi

Consentite le cerimonie religiose, vietate le feste che ne conseguono. Stop alle sagre e alle fiere. Fermi anche i concorsi pubblici e privati, ad eccezione di quelli riservati al personale sanitario e alla Protezione Civile.

Piscine, palestre, cinema e teatri

Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per quelli con presidio sanitario oblligatorio o che effettuino l'erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonchè centri culturali, centri sociali e centri ricreativi; ferma restando la sospensione delle attività di piscine e palestre, l'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte all'aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza nessun assembramento.

Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò. Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematrografiche, e in altri spazi anche all'aperto.

Scuole e didattica

L'attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l'infanzia continua a svolgersi in presenza. Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado dovranno incrementare la didattica digitale, per una quota pari almeno al 75% delle attività, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraversando l'eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l'ingresso non avvenga in ogni caso prima delle ore 9.

Le promesse di Conte a chi sarà più in difficoltà

Con la conferenza per spiegare il nuovo Dpcm, il Premier Conte ha anche fatto promesse di aiuto alle categorie che, di fatto, dovranno chiudere da lunedì 26 ottobre: "Nuovi indennizzi per le categorie più in difficoltà pagati immediatamente tramite bonifico dall’Agenzia delle Entrate, a fondo perduto e credito d’imposta. Sarà cancellata la seconda rata IMU mentre sarà confermata la Cassa Integrazione. Bonus una tantum per gli stagionali e in più reddito di emergenza.
Nei momenti difficili l’Italia sa sempre stringersi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento