Coronavirus, è online il nuovo modulo per l'autocertificazione: cosa cambia

C'è un'integrazione sul divieto assoluto di mobilità per i soggetti in quarantena o affetti da Covid-19, informa il ministero dell'Interno

Coronavirus, ecco il nuovo modulo per l'autocertificazione: cosa cambia „Coronavirus, controlli delle forze dell'ordine. Foto Ansa

E' online il nuovo modello di autodichiarazione in caso di spostamenti necessari che contiene una nuova voce con la quale l'interessato deve autodichiarare di non trovarsi nelle condizioni previste dall'art. 1, comma 1, lett. c) del decreto del presidente del Consiglio dei ministri dell'8 marzo 2020 che reca un divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus Covid-19. 

Come riporta il nostro sito nazionale Today.it In poche parole, chi è fermato deve dichiarare anche di non essere positivo o in quarantena. Nel modulo questa frase è scritta in grassetto e sottolineato. L'obiettivo di questa integrazione è quello di rendere ancora più espliciti gli obblighi e le limitazioni cui sono soggetti gli spostamenti dei cittadini, nonché di tutelare il personale delle forze dell'ordine destinato ai controlli.

Il nuovo modello per l'autocertificazione prevede anche che l'operatore di polizia controfirmi l'autodichiarazione, attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante. In tal modo il cittadino viene esonerato dall'onere di allegare all'autodichiarazione una fotocopia del proprio documento di identità.

Coronavirus, ecco il nuovo modulo per l'autocertificazione

Il nuovo modello del ministero dell'Interno per l'autocertificazione si può scaricare CLICCANDO QUI.

Resta valido il consiglio di portare con sé l'autocertificazione in caso di spostamenti necessari. Se non si ha la possibilità di stamparla, in caso di controlli bisogna rendere una dichiarazione spontanea alle forze dell'ordine, che verrà poi trascritta. Veniamo al capitolo controlli. I dati diffusi dal ministero dell’Interno sulle verifiche svolte dall’11 fino al 15 marzo dalle forze dell'ordine parlano di 665.480 soggetti fermati e 27.616 denunciati. Sono circa 130mila controlli al giorno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento