menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus in Ciociaria, le indicazioni di Acea Ato 5 sui pagamenti sospesi

Dal 10 marzo il gestore dell'ambito territoriale Lazio Meridionale-Frosinone ha interrotto tutte le attività di recupero della morosità, riattivando la fornitura idrica anche nei casi di frode accertata

Ai tempi del Coronavirus, Acea Ato 5 ha disposto la sospensione dei distacchi delle forniture e dei pagamenti. In tale fase, infatti, in conformità con i provvedimenti emanati da Governo e authority di settore Arera, al momento validi fino al prossimo 3 aprile, il Gestore ha interrotto tutte le attività di recupero della morosità.

A partire dallo scorso 10 marzo, Acea Ato 5 ha sospeso le attività di interruzione della fornitura idrica per morosità e ha già provveduto a riattivare le forniture sospese successivamente alla data del 9 marzo, come dettato dall’Authority. Inoltre, Acea Ato 5 ha temporaneamente sospeso le interruzioni di fornitura idrica anche nei casi di frode accertata, ovvero quando, a seguito di sopralluogo, ha riscontrato allacci abusivi in atto. In questo difficilissimo momento per le famiglie e le imprese, Acea Ato 5, come deciso dal Gruppo Acea, ha adottato diverse misure relative al pagamento delle bollette.

In particolare, per le bollette già scadute al 9 marzo scorso, gli utenti potranno richiedere il posticipo di pagamento, al 6 aprile prossimo, dell'importo della fattura o dell'intero saldo dell'utenza (in caso di morosità pregressa); per le bollette in scadenza tra il 10 marzo e il 3 aprile, gli utenti potranno chiedere il posticipo del pagamento di 30 giorni rispetto alla data di scadenza della fattura.

In entrambi i casi (bolletta scaduta prima o successivamente al 9 aprile) gli utenti possono richiedere la rateizzazione del debito con prima rata al 6 aprile prossimo. È possibile quindi richiedere pagamenti agevolati anche per posizioni irregolari esistenti già prima del 9 marzo ed anche in caso di rateizzazioni non concesse con precedenti domande.

Acea Ato 5, inoltre, si impegna a non applicare alcun interesse di mora nel periodo dal 10 marzo al 3 aprile per le somme scadute e invita gli utenti a non tenere in considerazione eventuali solleciti di pagamento che eventualmente venissero recapitati in questi giorni: si tratta di affidamenti fatti al vettore postale in data precedente alla sospensione del Remsi.

Presentare le richieste di posticipo dei pagamenti, rateizzazioni o per qualsiasi altra necessità, è possibile chiamare il numero verde commerciale 800 639 251 (da rete mobile 06 45698202) attivo dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 19:00 e il sabato dalle 9:00 alle 13:00 oppure inviare una mail a commerciale@aceaato5.it. Per la segnalazione di guasti o perdite è a disposizione il numero verde 800 191 332 (attivo 24/7).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento