Coronavirus, Frosinone, bonus spesa: tutte pagate le prime tranche

Consegnati agli aventi diritto circa 1200 voucher. In fase conclusiva anche la consegna delle mascherine ai cittadini

Il Comune di Frosinone ha concluso, nel tardo pomeriggio, il pagamento della prima tranche del bonus spesa, consegnando agli aventi diritto circa 1.200 ticket e voucher, a seguito delle domande pervenute fino alla data odierna che, complessivamente, ammontano a 1.600 richieste circa da parte dell’utenza.

I cittadini residenti e domiciliati nel capoluogo potranno, inoltre, continuare a formulare le relative richieste di sostegno anche nel corso dei prossimi giorni, utilizzando i moduli scaricabili dal sito www.comune.frosinone.it e inviandoli in via telematica all’indirizzo di posta elettronica sportello.famiglia@comune.frosinone.it.

Abbiamo lavorato senza sosta con alcuni dipendenti degli uffici comunali, oltre che con le unità della cooperativa Osa e gli agenti della polizia municipale, insieme ai volontari della Protezione civile – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – per garantire, a tutti coloro che avevano i requisiti, di trascorrere le festività della Pasqua con qualche problema in meno. La macchina amministrativa ha dimostrato un grande spirito di squadra e di coesione sociale, non risparmiandosi di lavorare neppure all’una del mattino, non guardando mai il cartellino marcatempo ma tenendo sempre a mente la circostanza che, dietro ognuna di quelle domande, esiste un’esigenza da soddisfare e un problema familiare cui andare incontro. Abbiamo scritto una bella pagina di solidarietà e di efficacia dell’Ente comunale, che appartiene all’intera collettività, calcolando anche che, alle 1.200 domande soddisfatte di bonus, corrispondono circa 3.000 persone come sviluppo dei nuclei familiari”.

"Una mascherina per tutti"

“Con il progetto ‘Una mascherina per tutti’ continua il sindaco Ottaviani – siamo riusciti ad arrivare nella estrema periferia urbana, attraversando le zone centrali della città, con una distribuzione che sta continuando anche nel weekend pasquale. I volontari della Protezione civile e gli operatori della De Vizia stanno ultimando, infatti, la consegna gratuita delle 30.000 mascherine che, oggi, costituisce un progetto unico nel suo genere in tutta Italia, a dimostrazione del fatto che, in Ciociaria, quando le cose non arrivano dall’alto, siamo abituati a realizzarle da soli, partendo dal basso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune ha attivato anche un numero telefonico da contattare, esclusivamente via sms, in caso di disguidi o di mancati recapiti, che possono verificarsi laddove le cassette della posta risultino cumulative per più interni. Sarà sufficiente inviare un messaggio al 340 4240267, oppure scrivere all’indirizzo marco.spaziani@comune.frosinone.it per le segnalazioni, ricevendo ulteriore consegna a domicilio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio Willy, gli arrestati accusati di omicidio volontario. Incastrati dall'autopsia

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Tragico scontro tra 5 moto: il centauro morto è il ciociaro Gianluigi Giansanti. Feriti gli altri 4

  • Omicidio Willy, il papà di uno dei testimoni: “Tenere alta l’attenzione mediatica anche dopo il funerale”

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Gioele non ce l'ha fatta: dramma a San Cesareo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento