menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Caritas ciociare aprono chiese e strutture diocesane alla vaccinazione anti Covid

Missiva inviata alla manager della Asl D’Alessandro. Anche a nome dei vescovi di Anagni-Alatri, Frosinone e Sora-Cassino Loppa, Spreafico e Antonazzo “disponibilità a collaborare”. Per ora, però, il problema è più che altro la disponibilità di dosi

Le Caritas diocesane della provincia di Frosinone, con una lettera congiunta, hanno scritto alla manager della Asl Pierpaola D’Alessando manifestando la disponibilità all’utilizzo di chiese e strutture ecclesiastiche per la vaccinazione anti Covid. “Le Autorità responsabili della campagna – precisano - potranno valutare la necessità e l’idoneità di ogni struttura che potrà essere messa a disposizione”. Per ora il noto problema è più che altro la disponibilità di dosi. Non appena se ne avranno in abbondanza, però, parrocchie, istituti e centri delle Diocesi potrebbero trasformarsi in utilissimi punti vaccinali cittadini.  

Anagni, il centro è pronto ma mancano i vaccini, Natalia ed Alfieri chiedono un incontro in Regione

La missiva, spedita anche a nome dei vescovi Lorenzo Loppa, Ambrogio Spreafico e Gerardo Antonazzo, è stata sottoscritta convintamente da Piergiorgio Ballini e don Rosario Vitagliano (Caritas di Anagni-Alatri), Marco Toti (Frosinone-Veroli-Ferentino), don Akuino Teofilo Toma e Maria Rosaria Lauro (Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo). Segue le indicazioni del presidente della Conferenza episcopale italiana (Cei), il cardinale Gualtiero Bassetti, ovvero quelle di mettere a disposizione gli ambienti parrocchiali e di comunità religiose non riservati a preghiera e culto. 

Le Caritas ciociare: "Vogliamo esprimere la disponibilità a collaborare"

“Le Caritas diocesane - scrivono i responsabile delle stesse alla direttrice generale D’Alessandro - stanno cercando, da oltre un anno, di essere vicini alle persone e alle famiglie più fragili, in questa inedita situazione che viviamo, a causa della pandemia, in cui si acuiscono le sofferenze di tanti, soprattutto dei più poveri”.

“In questo momento in cui si stanno moltiplicando, in tutto il Paese, gli sforzi per la campagna di vaccinazione, vogliamo esprimere all’Azienda Sanitaria Locale di Frosinone, anche a nome dei nostri Vescovi e in sintonia con la Conferenza Episcopale Italiana, la disponibilità a collaborare, mettendo a disposizione strutture ecclesiastiche per la realizzazione della campagna: Parrocchie, Istituti, Centri che capillarmente sono presenti in ogni Comune”.

Vaccino AstraZeneca sospeso in tutta Italia. I prenotati nei cinque punti di somministrazione ciociari messi in stand b

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento