menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In consegna i buoni spesa nel comune di Frosinone

Le mascherine portate nelle case dei cittadini del capoluogo dai volontari della Protezione Civile e dagli operatori della De Vizia sono arrivate a quota 20 mila

“È davvero encomiabile, oltre che estremamente professionale – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – il lavoro che stanno compiendo, senza sosta e quasi h24, gli operatori dei servizi sociali unitamente al personale della Osa, per valutare le oltre 1.300 domande di erogazione del buono spesa, depositate in questi giorni, in via telematica o a mano dai singoli interessati. Si sta cercando, soprattutto, oltre alla puntualità, di garantire anche la privacy di ogni singolo richiedente, raddoppiando, forse, il peso delle attività degli operatori, ma evitando, in tal modo, diffusioni di dati che attengono alla sfera personale di ogni cittadino nelle varie fasi della procedura.

Saranno impegnate da giovedì circa 12 unità del comando della Polizia municipale, unitamente agli uomini della Protezione civile, per consegnare direttamente nelle abitazioni i buoni spesa ai soggetti che non possono spostarsi autonomamente, ovvero per raggiungere le persone che hanno avuto qualche difficoltà nella compilazione e consegna dei moduli e delle autocertificazioni. Contestualmente, presso gli uffici di via Armando Fabi, saranno convocati, con appuntamenti all’interno di singole fasce orarie, gli altri cittadini beneficiari della misura di sostegno, nella massima sicurezza e puntualità organizzativa. Stiamo rispettando l’impegno di permettere di utilizzare i buoni spesa entro sabato, per il weekend della Santa Pasqua, per alleviare il peso di una emergenza sanitaria che si ripercuote, evidentemente, anche in ambito sociale ed economico”.

Intanto continua la produzione e la consegna delle mascherine nelle case

Nella giornata di mercoledì, i volontari della Protezione Civile e gli operatori della De Vizia hanno consegnato ulteriori 4.000 mascherine all’interno delle singole abitazioni del capoluogo, con la tecnica del porta a porta, nel quadro del progetto “Una mascherina per tutti”, fortemente voluto dal sindaco, Nicola Ottaviani. Attualmente, dunque, sono circa 20.000 i presidi di sicurezza che sono entrati nelle case del capoluogo, rispetto agli oltre 30.000 che sono stati programmati mentre, seguendo il ritmo ormai consolidato, per sabato mattina si prevede l’ultimazione della consegna all’interno delle restanti abitazioni.

In particolare, le operazioni avvenute mercoledì sono iniziate dopo l’ultimo contingente di mascherine da parte della Klopman, hanno riguardato la metà, circa, del centro storico ed una parte dei quartieri di Selva Piana e corso Lazio, unitamente a una serie di condomini collocati sulla Monti Lepini. Man mano che la multinazionale consegna, presso gli uffici comunali, i singoli contingenti, vengono attivate le operazioni di riconfezionamento e smistamento all’interno degli uffici della Protezione civile, da parte di una decina di operatori, i quali procedono, poi, alla consegna alla filiera incaricata di veicolare le stesse mascherine all’interno delle abitazioni, secondo le modalità del porta a porta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento