Coronavirus, protocollate quasi mille domande per la richiesta dei buoni spesa

Per la precisione a lunedì sera le domande inoltrate sono state 960 in risposta all'avviso pubblico emesso la scorsa settimana, con il quale venivano stanziati circa 450.000 euro per venire incontro alle difficoltà economiche e finanziarie dei cittadini

In piena emergenza sanitaria a causa delle diffusione anche in Ciociaria del coronavirus la città di Frosinone si è stretta intorno ai cittadini più bisognosi. Diverse le iniziative messe in campo per aiutare che ha serie difficoltà ad arrivare a fine mese ora che l'intera nazione è bloccata dal virus di questa pandemia. Bella quella messa in campo da tutte le associazioni con la rete cittadini solidali per l'emergenza covid-19. Nella giornata di lunedì si è iniziato anche a fare il punto delle domande che sono giunte alll'ammnistrazione comunale con la richiesta dei buoni pasto. 

Frosinone quasi mille richieste per i buoni spesa

Infatti, sono state protocollate dagli uffici comunali circa 960 domande di erogazione di buoni spesa a seguito dell'avviso pubblico emesso la scorsa settimana, con il quale venivano stanziati circa 450.000 euro per venire incontro alle difficolta economiche e finanziarie dei cittadini, di carattere alimentare, prodotte dall'emergenza sanitaria del Covid-19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco, Nicola Ottaviani, ha reso noto che la metà delle domande sono giunte all'indirizzo di posta elettronica sportello.famiglia@comune.frosinone.it, a cui potranno continuare ad essere inoltrate anche nei prossimi giorni. "L'attività che stanno compiendo i nostri uffici dei servizi sociali - ha dichiarato il sindaco Ottaviani - è instancabile ed a loro, unitamente ai dipendenti della Osa, va il nostro ringraziamento per la professionalità e la solerzia con le quali stanno istruendo e vagliando ogni singola richiesta. Contiamo di riuscire a soddisfare, prima di Pasqua, la maggior parte delle istanze, raccomandando sempre a tutti il rispetto della massima diligenza e lealtà nella compilazione delle autocertificazioni, poiché le risorse non sono infinite e vanno veicolate nella direzione di chi effettivamente necessita di un sostegno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento