menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus in Ciociaria, bollettino 1 ottobre: tra i 15 nuovi casi anche una bambina di 5 anni

La piccola è originaria di Fontechiari. Tra gli altri contagiati, solo quelli di Ceccano e Patrica sono stati ospedalizzati. In isolamento domiciliare tutti gli altri: 7 persone di Sora, 2 di Veroli, una di Frosinone, una di Atina e una di Villa S. Lucia

Nell'odierna giornata del 1° ottobre, che ha visto la Sanofi di Anagni avviare la prima produzione in Europa di un candidato vaccino anti-Covid alla presenza del ministro della Salute Roberto Speranza, il bollettino Coronavirus parla di 15 nuovi casi in provincia di Frosinone. Dopo gli 11 riportati ieri, tra cui un bimbo di 3 mesi di Sora, è stato difatti accertato il contagio di 12 contatti di positivi già noti e isolati, mentre altri 3 infetti sono stati scovati in fase di pre-ospedalizzazione.

A parte quelli di Sora (7), rispetto ai quali è intervenuto il sindaco Roberto De Donatis, gli altri sono di Veroli (2), Frosinone, Ceccano, Patrica, Atina, Villa Santa Lucia e Fontechiari. Proprio in quest'ultima cittadina, è risultata positiva la più giovane di turno: una bambina di 5 anni. Gli unici a esser stati ospedalizzati invece, sono i casi di Patrica e Ceccano. Il primo in quanto asintomatico e l'altro perché risultato positivo al tampone di controllo effettuato presso una struttura sanitaria romana, dove si era recato per via di altre patologie. In totale, come è ormai consueto, sono stati eseguiti oltre 600 tamponi e il dato rilevante di Sora è dovuto al fatto che si viene dalla giornata cittadina dedicata ai test drive-in. Nella città volsca e a Cassino, infatti, non si effettuano ogni giorno come a Frosinone ma a giorni alterni. 

In tutto il Lazio, a fronte di oltre 11 mila tamponi (più del solito), si registrano 5 decessi e 265 nuovi casi, di cui 151 a Roma, al netto di 65 guarigioni. "Bisogna mantenere alta l'attenzione, soprattutto nel rispetto del distanziamento sociale - ribadisce l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato - La gran parte dei casi sono legati al mancato rispetto dell’uso della mascherina e del distanziamento. Fare attenzione soprattutto alle cerimonie, feste e a tutto ciò che porta ad una abbassamento dei livelli di attenzione". Un appello più che mai necessario in una settimana in cui si prevede un valore Rt, ossia l'indice di contagiosità, superiore a 1. Per l'esattezza, 1.09, quindi appena oltre la soglia che non si dovrebbe superare. 

La situazione nel resto del Lazio

Nella Asl Roma 1 sono 59 i casi nelle ultime 24h e di questi trentatre sono i casi con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi.

Nella Asl Roma 2 sono 69 casi nelle ultime 24h e tra questi diciassette sono i contatti di casi già noti e isolati, quattro i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale.

Nella Asl Roma 3 sono 23 i casi nelle ultime 24h e si tratta di due casi di rientro dalla Croazia, quindici i contatti di casi già noti e isolati. Si registra un decesso.

Nella Asl Roma 4 sono 27 i casi nelle ultime 24h e si tratta di un caso con link dalla Sardegna, ventiquattro i contatti di casi già noti e isolati e due sono i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione.

Nella Asl Roma 5 sono 23 i casi nelle ultime 24h e si tratta di cinque casi con link ad un battesimo dove è in corso l’indagine epidemiologica e otto i contatti di casi già noti e isolati.

Nella Asl Roma 6 sono 24 i casi nelle ultime 24h e si tratta di un caso con link dall’Albania. Diciotto i contatti di casi già noti e isolati.

Nelle province si registrano 48 casi, tra cui i 15 della Asl di Frosinone, e un decesso nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono ventiquattro i casi e si tratta di due casi con link dalla Lombardia, uno dall’Etiopia, quattro dal Trentino, uno dalla Spagna e uno dalla Tunisia. Un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Si registra un decesso. Nella Asl di Viterbo si registrano sette casi e si tratta di due casi con link dall’Albania, uno dall’Austria e tre sono i contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Rieti sono due i casi e si tratta di contatti di casi già noti e isolati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento