menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo striscione dedicato dalla Uoc Radiologia di Sora al contagiato DG della Asl di Frosinone Stefano Lorusso

Lo striscione dedicato dalla Uoc Radiologia di Sora al contagiato DG della Asl di Frosinone Stefano Lorusso

Coronavirus: tra i 12 nuovi casi il manager della Asl di Frosinone Lorusso. Tutti gridano: "Forza Stefano!"

Ancora un augurio di pronta guarigione dall'Assessorato regionale alla Sanità, pubblicando lo striscione dedicato dalla Uoc Radiologia-Ospedale di Sora al DG dell'Azienda Sanitaria Locale. Continuano, intanto, i controlli a tappeto nelle case di riposo

"Tanti auguri di pronta guarigione al Direttore Generale della Asl di Frosinone, Stefano Lorusso, che è risultato positivo al Covid-19. Forza Stefano!", esclamano dall'Assessorato regionale alla Sanità pubblicando le foto in arrivo dall'Ospedale SS. Trinità di Sora con uno striscione dedicato al contagiato manager dell'Azienda Sanitaria Locale: "Siamo noi a ringraziare lei per il suo impagabile impegno - riporta lo stesso, firmato Uoc Radiologia Polo C - Forza Stefano!". Un altro grande augurio di pronta guarigione allo stesso Lorusso, 44enne originario della Basilicata, in carica dal primo settembre 2019 e, anche e soprattutto per il prezzo pagato nella battaglia in prima linea contro il Coronavirus, stretto da un immenso abbraccio dall'intera comunità ciociara, politica e civile passando per quella sanitaria. Con tanto di rinnovato attestato di profonda stima nei suoi confronti per il lavoro svolto finora.  

La dedica del personale della Uoc Radiologia Polo C di Sora-2

Le nuove positività in provincia di Frosinone

Tra i prevedibili 12 nuovi positivi riportati nel bollettino regionale del 10 aprile, ovviamente oltre al più noto di turno e a quelli legati alle super-controllate case di riposo, ci sono i due segnalati qualche ora fa dal Sindaco di Arpino: "Riferiti - ha precisato Renato Rea - a persone dello stesso nucleo familiare di altri due precedenti, per cui la cosa era prevedibile. Questa circostanza induce ad una riflessione - ha ripetuto giustamente ancora una volta - Chi esce senza motivo di casa rischia di essere contagiato da chi è evidentemente asintomatico, per cui porta il virus nelle proprie case tra i propri familiari". Tra gli ormai sette casi cittadini, anche mamma e figlia ricoverati al Covid Center Palidoro - Ospedale Bambino Gesù, dove sono stati ultimamente trasferiti anche una donna di Frosinone e i suoi due bimbi e nella mattinata di ieri si sono recati il Governatore del Lazio Zingaretti e l'Assessore regionale alla Sanità D'Amato. La Direzione Sanitaria dell'Ospedale Pediatrico, in giornata, ha fatto sapere che ci sono "9 bambini - recita l'aggiornamento quotidiano - e 6 mamme nel Centro Covid di Palidoro (sede staccata di Fiumicino, ndr), tutti in buone condizioni cliniche". 

Il richiamo di Rea dopo il 'J'accuse' di De Donatis, ma prima della denuncia dello SNAMI

"Mi rivolgo a quelle persone, che comunque sono una minoranza, che non hanno amor proprio e cura della propria salute - ha aggiunto, poi, lo stesso Sindaco di Arpino - a rispettare almeno quella dei propri familiari ancor più che quella dei concittadini. Il servizio di sorveglianza tramite drone, che abbiamo già attivato e che come volevasi dimostrare ci è stato autorizzato dalle Autorità competenti a conferma della bontà e regolarità del nostro operato, ha il duplice scopo di tutelare la salute dei cittadini rispettosi delle regole e di punire quelli che la mettono a repentaglio. Ritengo - ha concluso - che non abbia nulla da temere chi non ha nulla da nascondere".

Ad andarci giù duro contro chi viola le regole, nel frattempo, è stato il Sindaco di Sora Roberto De Donatis: "C'è un virus più pericoloso del Covid-19 ed è la stupidità (guarda il video, ndr)". C'è anche, però, un'incongruente modalità operativa che è stata segnalata dallo SNAMI (Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani) presso l'Area Coronavirus dell'Ospedale di Frosinone: "Pazienti dimessi dallo Spaziani dopo due tamponi negativi - hanno fatto presente alla Asl - La risoluzione infettivologica non rappresenta la guarigione clinica". (Aggiornamento ore 17:30)

Articolo in fase di aggiornamento

La notizia della positività del manager della Asl Lorusso (Aggiornamento ore 8:30)

Nonostante qualche giorno fa fosse risultato negativo, nella serata di giovedì 9 aprile, invece, il Direttore Generale della Asl di Frosinone Stefano Lorusso è positivo al Coronavirus. Le procedure si erano attivate la settimana scorsa dopo la notizia della positività della numero 2 della Asl ovvero del Direttore Sanitario Patrizia Magrini. Di fatto l’azienda aveva subito avviato l’indagine epidemiologica su tutti coloro che avevano avuto contatto con la manager e tra questi ovviamente c’era anche il direttore generale che ora è in un letto del reparto di malattie infettive.

Fino al pomeriggio di ieri il dott. Lorusso ha lavorato tranquillamente nel suo ufficio. Solo in serata ha iniziato a sentire i primi sintomi classici del Covid-19 e con l’innalzamento della temperatura corporea si è predisposto un nuovo tampone che ha fatto emergere la positività

Il messaggio di auguri dell’Assessore D’Amato

“Ho fatto i miei auguri di guarigione al Direttore generale della Asl di Frosinone, Stefano Lorusso ricoverato presso l’ospedale Spaziani. Stefano è un combattente - dichiara l’Assessore alla Sanità e all’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato che nel pomeriggio lo aveva sentito in video conferenza per fare il consueto punto sugli ospedali della provincia di Frosinone - e ce la farà e ha ricevuto gli auguri di pronta guarigione da parte di tutti i Direttori generali delle strutture del Servizio sanitario regionale. Un gesto di affetto nei confronti di un manager che si sta facendo apprezzare sul campo. Continueremo a rimanere in contatto per dare le giuste indicazioni organizzative alla sanità in Ciociaria nel contrasto al COVID-19”.

I dati della Asl della giornata del 9 aprile

Intanto c’è da registrare che nella giornata di giovedì 9 aprile, in base ai numeri forniti come di consueto dall’assessorato dalla sanità del Lazio, i nuovi casi erano stati solamente cinque dopo giorni in cui si sta portando avanti la fase dei tamponi a tappeto in tutte le strutture residenziali per anziani della provincia di Frosinone

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento