Coronavirus in Ciociaria, gli ultimi aggiornamenti prima del bollettino del 18 marzo

In vista della preannunciata fase di picco dei contagi da Covid-19 a livello regionale, in provincia di Frosinone si sono registrati sinora 75 casi positivi, tra cui 6 deceduti e 2 guariti, in 16 giorni

Il Covid Hospital 5 (Presidio ''Eastman'', Azienda Ospedaliera Umberto I di Roma), dove la Asl di Frosinone ha già trasferito alcuni contagiati

"Analisi dei casi positivi a cura del SERESMI, Servizio Regionale per la Sorveglianza delle Malattie Infettive-Istituto Lazzaro Spallanzani -  sui casi positivi confermati nel Lazio, il 61% sono di sesso maschile e il 39% sono di sesso femminile. L'età mediana è 59 anni. Il 32% è in isolamento domiciliare. I guariti ad oggi sono il 6%. Le classi di età maggiormente esposte sono: da 60-79 anni per il 36%, da 50-59 per il 21,7%, da 80-89 l'11,2% gli ultranovantenni sono l'1,8%. Il 10% dei casi è tra i 30-39 anni. Ad oggi il 51,2% dei casi risiede a Roma città, mentre il 21,9% risiede nella Provincia di Roma. Il 9,4% a Frosinone, il 6,3% a Viterbo, il 5,3% a Latina, il 2,3% a Rieti e il 3,6% viene da fuori Regione". (Aggiornamento 18/03/2020, ore 11:00)

Aggiornamento 18/03/2020, ore 10:30

"Alla luce dei diversi casi di persone residenti a Cassino che hanno contratto il virus Covid-19, considerata la preoccupazione generata da possibili contagi nella Città martire e nei Comuni limitrofi - interviene Gabriele Picano - chiedo, quale Vicepresidente provinciale di Fratelli d’Italia, al Sindaco di Cassino, dott. Enzo Salera, di attivare l’Unità di crisi ossia porre in essere le procedure per l’attivazione del Centro Operativo Comunale così come previsto dall’art. 1 co. 1 del Decreto Legge n. 6 del 23.02.2020. Il Centro Operativo Comunale, una volta istituito, avrà le funzioni in tema di unità di coordinamento, sanità, volontariato, assistenza alla popolazione, comunicazione, servizi essenziali e mobilità". 

Aggiornamento 18/03/2020, ore 00:00

Siamo stati informati - ha scritto ieri (17 marzo), poco prima di mezzanotte, il Sindaco Gioacchino Ferdinandi - di un secondo caso di Coronavirus a Piedimonte San Germano. Non è riconducibile al primo (l'ingegnere FCA 44enne già in trasferta a Torino, ndr). La situazione resta sotto controllo. Ma oggi è ancor più stringente l'invito a restare in casa. Rispettate le prescrizioni. State a casa".

Aggiornamento 17/03/2020, ore 19:00

"La Asl - ha dichiarato il Sindaco di Piglio Mario Felli - ci ha comunicato che nel nostro paese è stato riscontrato un secondo caso di  persona positiva al Coronavirus. Abbiamo nuovamente attivato tutte le procedure necessarie e previste dalla legge ed abbiamo fornito alla Asl il supporto per ricostruire la rete dei contatti di questa persona negli ultimi giorni". Rispetto al primo positivo di Piglio, un ultrasettantenne trasferito dall'Ospedale di Colleferro (Asl Roma 5) al capitolino Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani, il secondo pigliese contagiato è stato accertato dalla Asl di Frosinone, pertanto rientra tra i 75 infetti a livello provinciale.  

Aggiornamento 17/03/2020, ore 18:00

L'Abate di Casamari, Don Eugenio Romagnuolo, è in condizioni gravi ma stabili presso il Reparto di Terapia Intensiva dell'Ospedale Spaziani di Frosinone, dopo esser risultato positivo al test. L'intera comunità monastica, in isolamento presso l'Abbazia, è stata sottoposta a tampone e, per fortuna, l'esito è negativo. 

Aggiornamento 17/03/2020, ore 16:30 

Un altro caso di contagio (oltre a quello reso noto ieri, lunedì 16 marzo) - ha rivelato nel pomeriggio di oggi, martedì 17 marzo, il Sindaco di Vico nel Lazio Mauro Guerriero, rivolgendosi alla sua comunità - I due casi non sono collegati, non preoccupatevi e restate a casa".

Cinque ciociari bloccati in Marocco, non ci sono aerei per tornare
Ora più che mai serve massima trasparenza da parte delle autorità sanitarie
Il Sindaco scrive alla Asl: "È vero che ci sono cittadini di Alatri positivi?"
 

Il bollettino del 17 marzo (ore 15:30)

Si è svolta nel pomeriggio di oggi (martedì 17 marzo), alla presenza dell'Assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato e con tanto di preoccupante bollettino del Coronavirus in Ciociaria, la videoconferenza della task force regionale per il Covid-19 con i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere del Lazio, tra cui il DG della Asl di Frosinone Stefano Lorusso.

Ecco il bilancio: in tutto, per ora, ben 75 casi positivi (9 in più rispetto a ieri), tra cui i già accertati 6 deceduti e 2 guariti. In sorveglianza domiciliare sanitaria, poi, restano 250 persone (19 in meno). Infine, al nuovo Covid Hospital 5 – attivato presso il Presidio "George Eastman" del Policlino Umberto I di Roma – la Asl di Frosinone e la capitolina Azienda Ospedaliera Sant'Andrea hanno trasferito complessivamente 10 pazienti contagiati. 

Le comunicazioni ufficiali

"Asl Frosinone - hanno comunicato a riguardo dalla Regione Lazio - 9 nuovi casi positivi. 19 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare (ieri erano 269, ndr). Deceduto uomo di 89 anni di Cassino con gravi patologie preesistenti (come già, purtropppo, appreso, ndr). Sospesa accettazione alla RSA San Raffaele di Cassino per attesa esito indagine epidemiologica (ormai da quattro giorni, ndr). Da oggi attivi ulteriori 3 posti letto di terapia intensiva". 

Rispetto al Policlinico Umberto I di Roma, inoltre, fanno sapere che è "partito il Covid Hospital 5 presso l’Eastman con i primi 10 pazienti positivi trasferiti dalla Asl di Frosinone e dell’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea. Da domani a regime con i 46 posti letto totali". 

Ai suddetti 75 contagiati, accertati dalla Asl di Frosinone sul territorio provinciale, andrebbero aggiunti un operaio 31enne di Sora, risultato positivo mentre era paziente del Policlinico Tor Vergata, e un ultrasettantenne di Piglio, riscontrato con Covid-19 all'Ospedale di Colleferro (Asl Roma 5). Dal totale, inoltre, bisognerebbe togliere per ora le due persone guarite, tra cui il primo caso ciociaro: una 65enne di Fiuggi.   

Il riepilogo "Coronavirus in Ciociaria"

A livello provinciale, oltre a 2 guarigioni (la seconda non ancora attribuita dalle autorità sanitarie), purtroppo sei decessi: nell'ordine, l'85enne di Ceprano e  la moglie, l'81enne molisano, il 54enne Marco Tricarico di Supino, il 63enne Gaetano Del Greco e l'89enne entrambi di Cassino. 

A partire dal 2 marzo (data del primo caso ciociaro accertato, ossia la poi guarita 65enne di Fiuggi), si è passati agli 11 casi positivi appresi il seguente 9 marzo fino ad arrivare nel giro di quindici giorni agli attuali 75. Nel mezzo, gli incrementi di martedì 10 (5), mercoledì 11 (2), giovedì 12 (12), venerdì 13 (6), sabato 14 (9), domenica 15 (11) e lunedì 16 (10), confermando la preannunciata fase di picco sul territorio regionale.

La redazione di FrosinoneToday.it ribadisce che continua a riportare esclusivamente casi di Coronavirus confermati dalle autorità sanitarie, dalle strutture ospedaliere o dai Sindaci della provincia di Frosinone (autorità sanitarie locali). Ora più che mai, però, sarebbe fondamentale la massima trasparenza da parte di tutti gli attori coinvolti, visto che al momento si hanno informazioni su sesso, età e residenza di 48 dei suddetti 75 casi positivi. La comunità ciociara, comprensibilmente allarmata, ha il diritto di conoscere quantomeno la città o l'ospedale da cui provengono gli altri 27. Altrimenti è davvero inutile rivolgere appelli alla calma.    

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Continua a leggere l'articolo 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e "4 Ristoranti" sbarcano a Frosinone

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Frontale sulla Palianese, la morte del giovane Mattia lascia un vuoto incolmabile

  • Il cuore di Willy spaccato a metà dalle troppe botte. Tre indagati per omissione di soccorso

  • Alessandro Borghese e "4 Ristoranti" in Ciociaria, ecco chi è probabilmente in gara

  • Coronavirus, più tamponi e ben 31 casi in Ciociaria. D'Amato: 'Mantenere alta l'attenzione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento