Coronavirus in Ciociaria: confermato l'undicesimo decesso in provincia di Frosinone

Tocca, purtroppo, aggiungere la scomparsa di un 89enne di Piedimonte San Germano rispetto al bollettino del 23 marzo, che tra gli ormai 181 casi positivi totali ha riportato la morte con Covid-19 di un 68enne di Cassino, al netto di sette guarigioni

È stata confermata l'undicesima morte con Coronavirus in provincia di Frosinone: quella di un 89enne di Piedimonte San Germano sottoposto a dialisi presso l'Ospedale Spaziani del Capoluogo. Del 68enne cassinate di cui si appresa la morte attraverso il bollettino regionale del 23 marzo, poi, ha parlato il Sindaco di Cassino Enzo Salera nel corso del suo ormai consueto video-aggiornamento: "Purtroppo - ha detto - abbiamo la triste notizia del cittadino di Cassino che era risultato positivo ieri (domenica 22 marzo, ndr) al terzo tampone e che in mattinata è deceduto. Questo cittadino era in isolamento in un reparto dell'Ospedale Santa Scolastica dal 9 marzo e ai familiari non è stato consentito l'accesso proprio per evitare la possibilità di diffusione del contagio".  Infine, il Primo Cittadino ha aggiunto che si è registrato in giornata un nuovo caso positivo all'interno dello stesso Santa Scolastica. Si tratta di una persona residente in un Comune limitrofo. (Aggiornamento 19:30) 

Il bollettino del 23 marzo (Aggiornamento ore 19:30)

Il totale dei positivi sale a 181, includendo i 14 nuovi casi appena comunicati dall'Assessorato regionale alla Sanità. Nel bollettino del 23 marzo, ci sono una notizia brutta e un'altra bella. Da un lato, il decesso di un 68enne di Cassino "con patologie - si precisa - preesistenti", la decima morte con Coronavirus in Ciociaria, avvenuta per l'esattezza all'Ospedale Spaziani di Frosinone, dopo un trasferimento dal Santa Scolastica di Cassino. 

Dall'altro lato, ulteriori quattro pazienti guariti, che portano il totale a sette. Tra gli ultimi la moglie e la cognata del Sindaco di Giuliano di Roma Adriano Lampazzi. Altre 81 persone, inoltre, sono uscite dall'isolamento domiciliare. Infine, si conferma l'isolamento della Casa di Cura INI Città Bianca di Veroli, dopo i tre casi positivi di ieri, e si annuncia che sono stati "attivati 22 posti letto di terapia intensiva e 18 di malattie infettive all’Ospedale Spaziani di Frosinone - si legge, infine, dal bollettino - Da attivare ulteriori 18 posti letto". Tra gli ultimi 14 casi positivi, figurano sicuramente i due che portano a 16 i contagiati di Sora, il primo caso positivo di Castro dei Volsci, il secondo di Gallinaro (oltre al 62enne deceduto ieri), altri due di Ripi (in tutto 4) e, infine, altrettanti di Trivigliano (a quota 5) e Pontecorvo (complessivamente 6). 

Tutti i bollettini del Coronavirus in Ciociaria
Altri due casi di contagio a Sora. Il Sindaco contro le fake news: "Gettato fango su due medici"
L'appello di un contagiato. Da sentire e condividere

D'Amato: "Dato in calo, ma non dobbiamo farci illusioni"

Al termine della videoconferenza della task force regionale, in collegamento tra gli altri con il Direttore Generale della Asl di Frosinone Stefano Lorusso, l'Assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato ha commentato così: “Oggi registriamo un dato in calo rispetto alle ultime 24h con 157 casi di positività (nel Lazio, ndr), per la prima volta trend all’11%, mentre i decessi sono stati 10. Continua l’aumento delle persone guarite che sono 63 in totale. Sono usciti dalla sorveglianza domiciliare in 3.447".

"Non dobbiamo farci illusioni - ha avvisato in conclusione lo stesso D'Amato - e tenere alta la guardia questa settimana sarà molto importante, molti dei nostri ospedali stanno mutando pelle per attivare 600 posti per COVID-19. Il sistema sanitario regionale sta reggendo bene e in attesa del test rapido abbiamo aggiornato le indicazioni per la sorveglianza fornite a tutte le aziende sanitarie locali e aziende ospedaliere per fare il tampone agli operatori sanitari a rischio”. (Aggiornamento ore 17:30)

Attenzione alle notizie infondate

Come a Sora e ad Alatri, purtroppo, non mancano voci incontrollate, fake news e "caccia all'untore" anche a Ceccano. Stando a fonti accreditate interne al nosocomio del Capoluogo, sarebbe risultata positiva al momento un'operatrice sanitaria 47enne residente nella città fabraterna. Si attendono come sempre, però, conferme ufficiali da parte delle autorità sanitarie e il condizionale è d'obbligo. A tal proposito, "girano siti non ufficiali - avvertono dalla Regione Lazio - che fanno riferimento ai canali ufficiali regionali Salute Lazio. Attenzione alle truffe e alle fake news. Si sta predisponendo una denuncia alla Polizia postale". 

Nel Comune di Ceccano: per ora dicerie

In quanto alla diceria secondo cui "due coniugi professionisti, residenti nella parte alta di Ceccano sarebbero stati trovati positivi al tampone Covid-19", che ha creato apprensione in città, un familiare dei predetti ha già precisato che "un solo soggetto è stato sottoposto al tampone e ad oggi ne attende le risultanze". La persona in questione, "appena avuta la certezza, presentando sintomi leggeri, ha attivato il protocollo, poiché aveva avuto contatti recenti con soggetti trovati positivi". L'intero nucleo familiare, in ogni caso, ha garantito che si atterrà al protocollo, inclusa la quarantena. Per ora, quindi, nessuno di loro è risultato ufficialmente positivo al Coronavirus.  

Dai Comuni colpiti dal Covid-19

"Sono qui - ha postato sulla sua Pagina social il Sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo - a comunicarvi altri due casi di anziani positivi al Covid-19. Si tratta di persone residenti a Pontecorvo, ma già da tempo degenti in strutture sanitarie fuori Pontecorvo. Tutte le misure di precauzione sono state adottate anche se, in un caso, non sono state necessarie perché non c’è stato contatto, negli ultimi 14 giorni, con i familiari. Vi rinnovo l’invito a restare a casa.

"Nel pomeriggio, purtroppo - si legge in un comunicato del Sindaco Ennio Quatrana - la Asl mi ha comunicato che a Trivigliano ci sono altri due casi di positività al Coronavirus. In totale, i casi comunicati dalla Asl sono 5. Il quadro clinico dei pazienti è stabile. A tutti auguro di cuore una sollecita guarigione. Come da prassi la Asl ha attivato la mappatura dei contatti e ha adottato le misure necessarie al contenimento". (Aggiornamento 19:30)

"Arrivata la conferma - aggiorna il Sindaco di Ripi Piero Sementilli - di altri due casi di positività al Coronavirus nel nostro paese per un totale di quattro pazienti. Tutti i casi al momento sono collegati al primo facenti parte dello stesso nucleo familiare. L’Asl di Frosinone sta monitorando la situazione e la messa in atto di eventuali misure, che saranno prontamente comunicate. Da parte dell'amministrazione comunale e a nome di tutta la cittadinanza vanno gli auguri di pronta guarigione". (Aggiornamento ore 18:30)

"2 nuovi casi a Sora di positività al virus in data del 23 marzo - hanno reso noto dal Comune - che si aggiungono ai 14 dei giorni scorsi. I casi di contagio si registrano in ambito familiare. La ASL ha attivato tutti i protocolli di monitoraggio continuo". Il Sindaco Roberto De Donatis, rispetto ai due nuovi contagiati, ha parlato di due donne, una 38enne e una 58enne dello stesso nucleo familiare. (Aggiornamento ore 12:30)

"Soltanto oggi - recita una lettera aperta del Sindaco di Castro dei Volsci Massimo Lombardi - abbiamo avuto conferma dalla ASI. del primo, e unico al momento, caso di positivi al Covid-19 di un nostro concittadino al quale vanno, da parte di tutta l'amministrazione comunale, gli auguri di una pronta guarigione. La persona Interessata al momento è ricoverata in ospedale ed è in buono stato di salute, mentre i familiari sono stati, tempestivamente, posti in quarantena e gli Enti preposti hanno disposto la sorveglianza per coloro che sono stati in stretto contatto con ll paziente". (Aggiornamento 12:30)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono stato contattato da parte della Asl di Frosinone - scrive in un comunicato il Sindaco di Gallinaro Mario Piselli - che mi ha comunicato che un nostro concittadino è risultato positivo al Coronavirus e che, attualmente, è ricoverato presso l'Ospedale Spaziani di Frosinone, non in terapia intensiva. Allo stato attuale, la famiglia è in quarantena presso la propria abitazione ed ho avvisato la Caserma dei Carabinieri, oltre al Sindaco del Comune di Sora del caso in specie". (Aggiornamento ore 12:30)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento