Attualità

Coronavirus in Ciociaria, numeri ancora in aumento oggi si arriva a quota 42

Scuole e uffici postali chiusi ed a Fiuggi il sindaco Baccarini chiede maggiori controlli nella struttura che ospita gli immigrati

I numeri del contagio da covid-19 in Ciociaria continuano a crescere in maniera costante ed oggi si è arrivati a quota 42 dopo il doppio 40 dei giorni scorsi. Segnalate nel ultime ore diverse problematiche con scuole ed uffici postali chiusi. A Fiuggi il sindaco scrive al Prefetto per rafforzare i controlli nella struttura che ospita i richiedenti asilo dopo la scoperta della positività di alcuni ospiti.

Le parole del sindaco Baccarini

"Stiamo procedendo puntualmente con le sanificazioni delle aree pubbliche di Fiuggi - spiega il sindaco di Fiuggi Alioska Baccarini - come da protocollo sanitario. La sicurezza dei nostri cittadini e dei nostri ospiti è la priorità, per questo raccomando di nuovo di attenersi alle tre regole fondamentali anti Covid19: l'uso della mascherina, distanziamento e lavarsi o disinfettarsi frequentemente le mani".

A proposito di controlli, il primo cittadino ha annunciato: "A seguito dei casi di Covid-19 registrati in una struttura che accoglie richiedenti asilo, come già annunciato nella giornata di ieri, questa amministrazione insieme al comando della Polizia locale (a tal proposito rivolgo un ringraziamento alla dottoressa Trinti) ha predisposto la vigilanza con pattugliamento nei pressi dell'ex hotel a Fiuggi fonte, a garanzia degli ospiti e di tutti i cittadini di Fiuggi. Questo mattina ho chiesto alla Prefettura di Frosinone l'ausilio delle altre forze dell'ordine al fine di un controllo permanente presso la suddetta struttura".

57 mila dosi di vaccino antinfluenzale in Ciociaria

Intanto anche nel frusinate iniziano ad arrivare le dosi del vaccino antinfluenzale. “Sono già 607 mila le dosi del vaccino antinfluenzale consegnate ai medici delle Asl e di queste: 120 mila ai medici della Asl Roma 1, 140 mila ai medici della Asl Roma 2, 72 mila ai medici della Asl Roma 3, 31 mila ai medici della Asl Roma 4, 39 mila ai medici della Asl Roma 5, 59 mila ai medici della Asl Roma 6, 53 mila ai medici della Asl di Viterbo, 13 mila ai medici della Asl di Rieti, 23 mila ai medici della Asl di Latina e 57 mila ai medici della Asl di Frosinone. Il vaccino è gratuito e sicuro e il cittadino può contattare il proprio medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta per prenotarlo”. Lo comunica l’Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio.

I numeri del contagio nel Lazio il 10 ottobre

“Su oltre 14 mila tamponi oggi nel lazio si registrano 384 casi in lieve diminuzione, 6 i decessi e 59 i guariti. Nel Lazio diminuiscono lievemente i casi positivi con un elevato numero di tamponi e le terapie intensive sono senza nuovi ricoveri. Le prossime settimane saranno decisive. Roma e il Lazio stanno tenendo meglio di altre realtà, ma non bisogna abbassare la guardia. La rete ospedaliera, pur sotto pressione, al momento sta rispondendo alle esigenze. L’Istituto Spallanzani è al 60% della capacità. Attivati 500 posti di strutture alberghiere assistite per i casi clinicamente guariti e per chi non ha modo di svolgere la quarantena. La priorità è contenere il virus e lavorare sui tracciamenti’. Nella Asl Roma 1 sono 50 i casi nelle ultime 24h e si tratta di ventiquattro casi con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 90 anni. Nella Asl Roma 2 sono 61 i casi nelle ultime 24h e si tratta di ventisette casi con link familiare o contatto di un caso già noto e undici i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano due decessi di 85 e 86 anni con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 40 i casi nelle ultime 24h e si tratta di ventisette contatti di casi già noti e isolati e dodici i casi con link al cluster della RSA Valle dei Casali dove è in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 4 sono 34 i casi nelle ultime 24h e si tratta di quindici contatti di casi già noti e isolati e sette i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Tre i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Si registra un decesso di 63 anni con patologie. Nella Asl Roma 5 sono 54 i casi nelle ultime 24h e si tratta di ventotto contatti di casi già noti e isolati e ventisei i casi con link al cluster del Nomentana Hospital dove è in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 6 sono 37 i casi nelle ultime 24h e si tratta di ventidue contatti di casi già noti e isolati. Si registra un decesso di 88 anni. Nelle province si registrano 108 casi e un decesso nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono diciannove i casi e di questi due casi hanno un link con un cluster nella struttura ‘Città di Aprilia’ dove è in corso l’indagine epidemiologica. Un caso ha un link ad un evento politico e sei sono i casi con link familiare o contatto di caso già noto. Si registra un decesso di 86 anni con patologie.

Nella Asl di Frosinone si registrano quarantadue casi e si tratta di contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Viterbo si registrano quarantuno casi e si tratta di sedici contatti di casi già noti e isolati. Tre i casi con link ad una palestra di Nepi dove è in corso l’indagine epidemiologica. Un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione e uno in fase di accesso al pronto soccorso. Nella Asl di Rieti si registrano sei nuovi casi e si tratta di tre casi con link a cluster della casa di riposo Il Giardino a Concerviano dove è in corso l’indagine epidemiologica e due contatti di casi già noti e isolati” commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus in Ciociaria, numeri ancora in aumento oggi si arriva a quota 42

FrosinoneToday è in caricamento