Coronavirus, incentivi per la riconversione. Magliocchetti: "Occasione anche per le aziende ciociare"

saranno erogati fondi per sostenere le aziende che vogliono ampliare, o riconvertire, la propria attività per produrre ventilatori, mascherine, occhiali, camici e tute di sicurezza

50 milioni di euro, in totale, per sostenere le aziende che vogliono ampliare, o riconvertire, la propria attività per produrre ventilatori, mascherine, occhiali, camici e tute di sicurezza. Danilo Magliocchetti, consigliere comunale di Frosinone e delegato nazionale Anci, guarda e invita a guardare con attenzione quella che potrebbe rappresentare una possibilità di ripresa anche per le aziende ciociare già in crisi prima dell'emergenza Coronavirus. "Dall’esperienza di questa immane tragedia sanitaria, le aziende della provincia di Frosinone, che erano in difficoltà prima del diffondersi del Covid-19 e che lo saranno, a maggior ragione dopo, possono comunque cogliere una opportunità, provando a riconvertire le proprie aziende".

Domande presentabili dal 26 marzo

"L’occasione, per alcune attività produttive Ciociare, è rilevabile negli incentivi previsti dal Decreto #CuraItalia per la produzione e fornitura di dispositivi medici e di protezione individuale per il contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19. Gestisce gli incentivi Invitalia, l’Agenzia per lo sviluppo, che aprirà lo sportello per la presentazione delle domande proprio domani 26 marzo. Invitalia assicura un iter di valutazione particolarmente veloce con al max 5 giorni.

Chi può accedere

Possono accedere agli incentivi le imprese di tutte le dimensioni, costituite in forma societaria, localizzate sull’intero territorio nazionale, che dovranno realizzare un programma di investimenti, di valore compreso tra 200mila euro, quindi un investimento non particolarmente oneroso per le Aziende della provincia di Frosinone e che proveranno a riconvertirsi, e 2 milioni di euro, che sarà agevolato fino al 75% con un prestito senza interessi, di fatto, tasso zero. Previsto un sistema di premialità legato alla velocità di entrata in produzione, che trasforma il mutuo in fondo perduto al 100% se si conclude l’investimento in 15 giorni; al 50% se si conclude in 30 giorni; al 25% se si conclude in 60 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Produzione per l'estero

Si tratta, dunque, di una opportunità per talune produzioni Ciociare, per cominciare a vedere una piccola luce in fondo al tunnel, considerato che di ventilatori, mascherine, occhiali, camici e tute di sicurezza, ci sarà bisogno per ancora diverso tempo, non solo in Italia, ma nel resto del Mondo, quindi anche con possibilità di accreditarsi nell’export".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento