Guerra al Coronavirus, parte la riorganizzazione della rete ospedaliera della Asl di Frosinone

Nella Fase VIII dell’emergenza sanitaria, come evidenziato in videoconferenza stampa dalla neo-manager D’Alessandro, Covid Hospital a Frosinone e Cassino, attività ordinaria ad Alatri e Sora, e diagnostica e servizi ambulatoriali ad Anagni e Pontecorvo

Nella videoconferenza stampa di oggi, mercoledì 11 novembre, la neo direttrice generale della Asl di Frosinone Pierpaola D’Alessandro ha lanciato ufficialmente la riorganizzazione della rete ospedaliera provinciale a fronte della Fase VIII dell’emergenza Coronavirus.  

Parte così la seconda guerra contro il Covid, qualcosa di straordinario che con la sua ondata bis ha nuovamente stravolto l’ordinario. Emblematici gli episodi registrati all’ospedale di Frosinone: anziani “parcheggiati” in sala d’attesa o costretti a mangiare sugli scatoloni o a dormire in ginocchio su una sedia. Dalla stessa D’Alessandro, a tal proposito, l’appello rivolto a cittadini e stampa affinché si tengano in considerazione, a livello provinciale come nel resto d'Italia, le inevitabili ripercussioni della grave emergenza da fronteggiare.  

Emergenza Covid, Fase VIII: la riorganizzazione della rete ospedaliera  

Nel quadro del piano generale “Uniti contro il Covid” della Regione Lazio, lo ‘Spaziani’ di Frosinone e il ‘Santa Scolastica’ di Cassino saranno Covid Hospital, mentre l'attività ordinaria sarà svolta dal ‘San Benedetto’ di Alatri e dal ‘Santissima Trinità’ di Sora e la diagnostica dal presidio ospedaliero di Anagni e dalla Casa della Salute di Pontecorvo. In tutte le altre Case della Salute (Atina, Ceccano, Ceprano e Ferentino), infine, saranno potenziati i percorsi diagnostici e la presa in carico dei pazienti.       

Nel polo unificato Frosinone-Alatri saranno a regime 127 posti letto ordinari e 24 per la terapia intensiva e semi-intensiva, di cui 4 no Covid nella città dei ciclopi. In quanto alla stessa struttura alatrense, per l’ordinario, saranno attivati 20 posti di chirurgia, 16 di ortopedia, 16 di pediatria, 13 di lungodegenza, 12 di medicina d’emergenza, 8 di otorinolaringoiatria e altrettanti di urologia. A supporto, soprattutto per la diagnostica (Tac ed esami neurologici), il polo sanitario di Anagni nonché gli 89 posti letto ordinari dell’INI Città Bianca di Veroli.  

Cassino, oltre ai 72 posti letto Covid e agli 8 di terapie intensiva del “Santa Scolastica”, avrà a disposizione quelli ordinari garantiti dalle case di cura “San Raffaele” (24) e Villa Serena (38). A sostegno, come Anagni per Frosinone-Alatri, la Casa della Salute di Pontecorvo.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Tentato omicidio in viale Mazzini, ecco cosa c'è dietro la tragedia di ieri notte

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento