menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus in Ciociaria, denunciati 110 contagi sul posto di lavoro. Anche un infortunio mortale da Covid

Un quadro ad hoc arriva dalla Uil Frosinone: “Queste cifre evidenziano la pericolosità del virus, che non è affatto clinicamente morto”. Tra i lavoratori colpiti più donne che uomini. Ecco la fascia di età più a rischio

La Uil Frosinone segnala che a livello provinciale le denunce sul lavoro per contagio da Coronavirus sono state sinora 110, in arrivo da 64 donne e 46 uomini, tra cui una persona deceduta. In Ciociaria, dove si registra il 6.3% degli infortuni laziali da Covid, quello più colpito è stato così il genere femminile. La fascia d’età più a rischio? Quella tra i 50 e i 64 anni, con ben 57 infezioni. A seguire 35-49 (31), 18-34 (16) e Over 64 (6).  

“Da gennaio a settembre in tutta la regione gli eventi luttuosi sono stati quindici - evidenzia la segretaria generale della Uil Frosinone Anita Tarquini - Oltre al nostro, 12 si sono verificati nell’area romana e due in quella di Latina. Tutte queste cifre evidenziano la pericolosità del virus, che non è affatto clinicamente morto come qualcuno ha provato a farci credere tempo fa”.  

“E soprattutto sono la spia di una situazione che va monitorata costantemente - dichiara in conclusione - È per questo che il sindacato vigilerà attentamente sull’applicazione dei protocolli di sicurezza e sarà impegnato per trovare soluzioni sempre più efficaci che siano in grado di armonizzare le esigenze economiche con la tutela della salute dei lavoratori e delle lavoratrici”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento