menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La provincia di Frosinone in zona arancione fino al 14 marzo: ecco cosa cambia

Da lunedì 1 marzo la Ciociaria passerà in zona arancione. Rimangono rossi Torrice e Monte San Giovanni Campano

In provincia di Frosinone, stando al bollettino Covid diramato dalla Asl sabato 27 febbraio 2021, si registra un morto (una donna di 91 anni di Frosinone), 241 nuovi casi (+21) e 129 (+20) negativizzati a fronte di 1.407 tamponi (+95). La Ciociaria risfonda nuovamente quota 200 con tanto di accertamento di altri tre casi di varianti oltre a quello registrato ieri. La provincia di Frosinone sarà zona arancione a partire dalle ore 00.01 di lunedì 1 marzo. E’ in corso la predisposizione dell’ordinanza a seguito della relazione epidemiologia della Asl di Frosinone e del Seresmi – Spallanzani. I due Comuni Monte San Giovanni Campano e Torrice rimangono in zona rossa.

Ancora boom di positivi a Monte San Giovanni Campano nelle ultime 24 ore (33), aumentano anche ad Alatri (23), a Frosinone (20), a Veroli (18), Esperia (16) e a Sora (14), diminuscono rispetto a ieri a Cassino (9), Anagni (7) e ad Isola del Liri (7). 

Lettera aperta della Asl di Frosinone

"Siamo tutti molto stanchi ma serve il coraggio della responsabilità. Solo chi è forte sa resistere con coraggio alle avversità e rispettare le regole. La nostra Provincia deve dimostrare di saper essere vincente. Il virus circola in tutta la provincia, si annida ovunque. Quattro i casi di variante accertati. Anche fra i giovanissimi si sono registrati due casi, un caso di operatore di RSA (in una settimana, per fortuna, si è negativizzato). Abbiamo riscontrato anche in cluster in una casa di cura privata di Esperia. Non erano stati vaccinati perché già con diversi positivi. Il virus nella maggior parte dei casi è asintomatico e passa stando in stretto isolamento domiciliare. Purtroppo, però, molti arrivano anche in ospedale, sono oltre la soglia di guardia le terapie intensive e da oggi sono ad altissima occupazione anche i posti letto negli ospedali.

Ognuno deve rivedere i propri comportamenti. Girando sono visibili molti comportamenti scorretti. Il virus circola ed è molto veloce e subdolo. I positivi devono rispettare le regole in maniera ferrea e non uscire e non avere contatti anche se in assenza di sintomi. L’isolamento è da rispettare rigorosamente anche nelle case. È probabile nelle prossime ore l’adozione di una nuova ordinanza da parte della regione che ci mette tutti in zona arancione e richiama tutto noi a collaborare per vincere la guerra. Mentre molti sono in ospedale, tanti altri vaccinano e provvedono ai tamponi, ogni giorno, anche sabato e domenica. Aiutateci con il rigore nel comportamento. Intanto aspettiamo l’ordinanza regionale più stringente per bloccare il virus e vincere la battaglia".

Bollettino 27 febbraio-2

La provincia di Frosinone passerà da lunedì fino al 14 marzo in zona arancione. Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha firmato un'ordinanza per istituire la zona arancione nei Comuni ricadenti nel territorio della Provincia di Frosinone a causa della forte incidenza e crescita dei casi da Covid 19. Restano ferme le misure già dettate per i Comuni di Torrice e Monte San Giovanni Campano (zona rossa). Ecco cosa cambia rispetto alla zona gialla.

Spostamenti

Vietato circolare dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Vietati gli spostamenti in entrata e in uscita da una Regione all’altra e da un Comune all’altro, salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità. Raccomandazione di evitare spostamenti non necessari nel corso della giornata all'interno del proprio Comune. Saranno comunque consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia

Bari e ristoranti

Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto per i bar è consentito fino alle ore 18. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno. Chiusura di musei e mostre.

Scuola

Didattica a distanza per le scuole superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori; didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie. Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.

La situazione nel Lazio

Su oltre 11 mila tamponi nel Lazio (-3.424) e quasi 21 mila antigenici per un totale di oltre 32 mila test, si registrano 1.347 casi positivi (-192), 20 i decessi (+1) e +1.096 i guariti. Aumentano i decessi, mentre diminuiscono i casi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 11%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 4%. I casi a Roma città sono a quota 500. In settimana al via il servizio di prenotazione online per la fascia degli over 70 anni. Nella Asl Roma 1 sono 174 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono otto i ricoveri. Si registrano quattro decessi di 55, 77, 78 e 90 anni con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 319 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono centoundici i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano quattro decessi di 73, 74, 78 e 84 anni con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 78 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono cinque i ricoveri. Nella Asl Roma 4 sono 86 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl Roma 5 sono 121 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 80, 81 e 87 anni con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 112 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi di 70, 87, 91 e 95 anni con patologie.

La situazione nelle province 

Nelle province si registrano 457 casi e sono cinque i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 126 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 78, 78 e 83 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 241 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registra un decesso di 91 anni con patologie. Nella Asl di Viterbo si registrano 67 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 91 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano 23 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto" commenta l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

+++Articolo aggiornato il 28 febbraio alle 14:00+++

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento