Coronavirus, a Paliano il Mov. Civico chiede una postazione per i tamponi molecolari

I consiglieri Imperoli, Sturvi e Borgia hanno protocollato una lettera al primo cittadino per richiedere un nuovo punto per alleggerire la pressione su quello della vicina Colleferro o di Frosinone

In questi giorni con i numeri dei positivi al Coronavirus che sono tornati a salire in tutta Italia i disagi per la situazione tamponi iniziano a farsi sempre più pressanti nelle comunità locali. Dopo le proteste dei sindaci delle zone a sud di Roma con la dirigenza della Asl Rm5, da Paliano arriva la richiesta da parte dei consiglieri comunali Sturvi, Imperoli e Borgia di far istituire anche a Paliano, come successo in settimana nella vicina Labico, una postazione per i tamponi per la rilevazione del covid-19. Richiesta protocollata il 14 ottobre con l’idea che in seguito è stata ripresa anche dal primo cittadino Alfieri sulla stampa Locale.

La lettera dei consiglieri del Mov. Civico Paliano

“Egregi Signori, la nuova situazione di emergenza che  il nostro territorio sta vivendo a causa del Coronavirus, non solo a livello regionale ma anche locale,   rispetto alla  cosiddetta prima fase  preoccupa  non poco visto che molte attività,  siano esse lavorative o scolastiche, per forza maggiore sono ripartite. Nonostante le precauzioni e il rispetto delle norme utili ad evitare il contagio - scrivono in una lettera indirizzata al sindaco Alfieri ed all’assessore Germanò i consiglieri Borgia, Sturvi e Imperoli - ogni giorno si registrano nuovi casi di positività, spesso casi asintomatici eppure attivi nella trasmissione del contagio Covid-19.

Visto l’imminente arrivo della stagione invernale, da sempre portatrice di influenze e malesseri stagionali, come movimento Civico Paliano portiamo alla vs. attenzione e proponiamo che anche il nostro comune, come  già altri comuni limitrofi  stanno facendo,   allestisca di concerto con la nostra  asl di riferimento, un punto aperto per effettuare un determinato numero di  tamponi molecolari, test, o quanto le autorità medico-sanitarie riterranno utili, in modo tale da esser di supporto ai cittadini e a quanti decidano di sottoporvisi per la salvaguardia  e la tutela della salute propria e altrui.

Questa nostra proposta ha anche il fine di cercare di alleggerire l’enorme lavoro di  quelle che sono le strutture sanitarie  esistenti, pensiamo a Colleferro o Frosinone, dove in questi giorni si registrano code interminabili  ed estenuanti. Riteniamo che strutture utili per ospitare un punto Covid-19 a Paliano non manchino, basti pensare per  esempio alla sede della stessa Croce Rossa, o gli ex centri sociali esistenti  in alcune delle maggiori aree abitative della nostra città.  Riteniamo, inoltre, che tutto ciò possa esser realizzato nel miglior modo e in tempi brevi,  vista l’importanza della salvaguardia della salute pubblica.

Certi dell’accoglimento e della benevola valutazione  della presente richiesta, ci rendiamo disponibili per  apportare il ns contributo”.

Inoltre, gli stessi consiglieri comunali di Paliano hanno anche richiesto, sempre al primo cittadino Alfieri, la disinfestazione e sanificazione di tutto il territorio comunale.

La nuova richiesta

“In questi giorni nel nostro comune come in numerosi comuni limitrofi si stanno registrando un aumento dei contagi da Covid-19, come tra l’altro il CTS aveva preannunciato con l’arrivo della stagione invernale e la ripresa di numerose attività,   riteniamo sia importante pianificare sin da ora   interventi di “Sanificazione del  territorio e spazi comuni  ”nell’ambito del programma di interventi straordinari, necessari ad affrontare l’emergenza COVID19” - scrivono in una lettera indirizzata al sindaco Alfieri i consiglieri Borgia, Sturvi e Imperoli – e chiedono di prendere in considerazione e di attivare, quanto riportato in oggetto, con interventi mirati di Sanificazione straordinaria, sul territorio comunale, con particolare attenzione alle strutture pubbliche, uffici, sede comunale, scuole, strade (vista la dotazione di idropulitrici della società  G.E.A.  s.r.l, operante in loco)  con prodotti che garantiscano un’efficace azione di prevenzione ambientale  e riduzione del rischio contagio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento