Lunedì, 14 Giugno 2021
Attualità

Coronavirus, un duro colpo per l'edilizia in provincia di Frosinone: persi più di 7 milioni di euro

Il Segretario Generale della Filca CISL di Frosinone Attilio Vallocchia: "Il 2021 dovrà essere l'anno del rilancio"

"Il 2020 è stato un anno terribile anche per il settore delle costruzioni. A causa del Covid in provincia di Frosinone - commenta Attilio Vallocchia - l’edilizia ha subito un duro colpo, con una diminuzione nell’anno in corso di circa 7,5 milioni della massa salari rispetto al 2019, con oltre 680mila ore di lavoro in meno. E’ stato un duro colpo,con molti posti di lavoro persi, che si aggiungono a migliaia di edili che già avevano perso il posto di lavoro per colpa di una crisi che dura ormai da dodici anni.

L’opportunità per rimettere in moto l’edilizia, che a Frosinone e provincia rappresenta il punto di riferimento piu’importante per l’ economia locale, è senz’altro quello legato al Superbonus 110% che va esteso e reso strutturale per gli anni successivi e alle risorse sul Recovery Fund per i piani di intervento, con il coinvolgimento della Regione Lazio e delle istituzioni locali. Inoltre il forte maltempo ha causato ingenti danni nel territorio con frane, cedimenti e inondazioni.

Per questo chiediamo  - conclude il Segretario Generale della Filca CISL di Frosinone - che si metta in sicurezza il territorio puntando ad un’edilizia di qualità, la mancata prevenzione costa oltre alla distruzione del territorio la perdita di vite umane ed è necessario intervenire subito, senza perdere neanche un minuto per evitare altre tragedie. Infine ci sono diversi cantieri bloccati ed opere pubbliche per le quali è necessaria la manutenzione; aprire i cantieri significa generare centinaia di posti di lavoro e noi come sindacato saremo attenti e vigili che tutto avvenga in totale sicurezza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, un duro colpo per l'edilizia in provincia di Frosinone: persi più di 7 milioni di euro

FrosinoneToday è in caricamento