menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Sora, Roberto De Donatis

Il sindaco di Sora, Roberto De Donatis

Sora, De Donatis: "C'è un virus più pericoloso del Covid-19 ed è la stupidità" (video)

Il sindaco furioso contro chi trasgredisce le regole. "Per certi comportamenti criminali sarei anche favorevole all'uso dell'esercito"

"C'è un virus peggiore del Covid-19 ed è la stupidità, l'ignoranza, l'arroganza di una piccola parte della comunità, non solo di questa comunità ovviamente". Il sindaco di Sora, Roberto De Donatis, va dritto al punto e nella prima parte della sua diretta streaming trasmessa come di consueto attorno alle ore 12:30, prima di annunciare che per il quarto giorno consecutivo non si registrano nuovi casi positivi in città (il bilancio resta fermo a 34 casi), attacca i 'furbetti' dell'uscita, coloro che trasgredendo le regole mettono in pericolo la vita di tutti.

A rischio i sacrifici di tutti

Perché è di questo che si tratta. A causa del comportamento da egoista di qualcuno si rischia di vanificare ogni sacrificio non solo delle persone che stanno rispettando l'isolamento da ormai un mese, ma anche del lavoro dei medici, infermieri, volontari, forze dell'ordine che lavorano in prima linea. Ebbene, è bastato un lieve calo nel numero dei contagi, è bastato qualche grado in più delle temperature ormai primaverili per fare abbassare notevolmente la guardia.

Non si comprende che se oggi 10 aprile 2020 in provincia di Frosinone si contano 'solo' 5 nuovi casi di positività (la diretta è andata in onda prima dell'aggiornamento da parte della Regione Lazio con il nuovo bollettino in cui si registrano 12 nuovi casi positivi ndr), è perché le misure intraprese stanno sortendo il loro effetto. Non si comprende che se si ignorano le regole l'isolamento proseguirà ad oltranza, e si registrerà una nuova ondata di contagi e con essi anche di decessi.

Il post del sindaco Roberto De Donatis

Già ieri sera il sindaco De Donaris era intervenuto sul proprio profilo Fb contro i passeggiatori seriali. "Registro da diverse segnalazioni un abbassamento della guardia in città rispetto alle regole stabilite dalla legge. - aveva scritto - Le trasgressioni sono severamente punite sia da sanzioni amministrative molto salate che da sanzioni penali nei casi più gravi. Al di là della irresponsabilità etica e civica di simili comportamenti, ho riunito poco fa un vertice telefonico con il comandante della polizia municipale affinché si coordini con le forze dell’Ordine, per un controllo ancora più stringente del territorio. Chi pensa di fare il furbetto, vanificando così il grande sforzo prodotto dalla stragrande maggioranza dei cittadini di ogni comunità sarà severamente punito secondo la legge."

L'appello corale

Gli stessi concetti sono stati ripetuti anche durante l'appuntamento live di oggi. Parole che trovano eco nei tantissimi appelli fatti in vario modo dagli altri sindaci della provincia di Frosinone. Non bisogna abbassare la guardia, non bisogna vanificare gli sforzi. Il primo cittadino sorano si è detto anche favorevole all'ipotesi che venga messo in campo l'esercito, decisione che ovviamente compete allo Stato e non è a discrezione dei sindaci. "Per certi comportamenti criminali, - ha aggiunto - per l'idiozia di chi li assume non è da escludere l'uso di misure ancora più gravi".

Roberto De Donatis-4-6

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento