Attualità

Detenuto aggredisce un poliziotto penitenziario. Ennesima violenza nel carcere di Frosinone

A denunciare gli episodi è l’O.S.A.P.P. - (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del Vice Segretario Generale Giuseppe Proietti Consalvi

Nella mattinata di sabato, intorno alle ore 13.30, presso il carcere di Frosinone, un detenuto extracomunitario, sembra con problemi psichiatrici, e già in passato ricoverato in ospedale per TSO, per futili motivi, ha aggredito il Poliziotto Penitenziario, in servizio nella sezione detentiva. Solo pochi giorni fa un altro tragico episodio con un detenuto che ha dato fuoco alla sua cella e che è poi morto per le ferite riportate.

A denunciare gli episodi è l’O.S.A.P.P. - (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del Vice Segretario Generale Giuseppe Proietti Consalvi. “Questo ennesimo atto è il risultato di una politica penitenziaria attuata in assoluto dispregio delle condizioni di lavoro del personale di Polizia Penitenziaria spesso lasciato solo nelle sezioni detentive ad operare in assoluta ristrettezza di mezzi e di supporti e anche con detenuti di estrema pericolosità.

Le parole del Ministro della Giustizia in merito al mancato rispetto della Costituzione da parte di pochi Colleghi a Santa Maria Capua Vetere, sono pienamente condivisibili. Ma per i restanti 37.000 che la rispettano cosa intende fare? Dai primi atti, assolutamente nulla. A quando, conclude il Vice Segretario Generale O.S.A.P.P, una seria disamina delle problematiche create dai detenuti con problemi psichiatrici e una soluzione a ciò? Anche su questa tematica, i vertici politici e amministrativi del Ministero della Giustizia, sono assolutamente assenti, lasciando tutto nelle mani degli appartenenti alla Polizia Penitenziaria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto aggredisce un poliziotto penitenziario. Ennesima violenza nel carcere di Frosinone

FrosinoneToday è in caricamento