menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In uscita un documentario per celebrare il centenario della nascita del grande ed indimenticato Nino Manfredi

"Uno, nessuno, cento Nino" andrà in onda il 22 marzo in prima serata su Rai 2. Sarà un racconto a 360 gradi di Nino Manfredi non solo come artista, ma anche come marito, padre e nonno, in eterno conflitto con le sue fragilità e i suoi difetti

Il 22 marzo 2021 ricorrerà il centenario della nascita di Nino Manfredi e verrà ricordato con l'uscita di un documentario, prodotto da Rai Documentari e Sky Arte, intimo e ricco di aneddoti raccontati da Nino stesso e non solo,  per celebrare il grande attore italiano nativo di Castro dei Volsci.

Scritto e diretto proprio dal figlio Luca, il documentario, "Uno, nessuno, cento Nino" andrà in onda lunedì 22 marzo in prima serata su Rai2 (e disponibile su Rai Play, su Sky Arte (canali 120 e 400) e in streaming su Now Tv (e anche on demand su Sky). Il documentario è arricchito anche dalle testimonianze di amici, registi e colleghi, come Elio Germano, Edoardo Leo, Massimo Ghini, Nancy Brilli, Enrico Brignano, Johnny Dorelli, Walter Veltroni, Massimo Wertmuller, Lino Banfi.

Sarà un racconto a 360 gradi di Nino Manfredi non solo come artista, ma anche come marito, padre e nonno, in eterno conflitto con le sue fragilità e i suoi difetti.

Una produzione Rai Documentari, Istituto Luce Cinecittà e Ruvido Produzioni in collaborazione con Sky Arte e Duque Italia, con il patrocinio del Comune di Roma Capitale, del Comune di Minturno e con la collaborazione di Lavazza, in cui sono presenti interviste di repertorio, filmati privati e contributi degli anni '50, con i primi personaggi di Nino alla Rai, ed estratti di film, serie tv, commedie teatrali e musicali, spot pubblicitari, fino alle frequenti esibizioni canore, che lo divertivano molto, come l'indimenticabile "Tanto pe' canta'" di Ettore Petrolini, a Sanremo. Il documentario contiene materiale originale girato dallo stesso regista in occasione degli ottant'anni del padre, Ottant'anni da attore (Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma) che comprende una lunga intervista a Nino, oltre che estratti di alcuni dei suoi film più famosi e rappresentativi della sua vasta carriera, che è stato possibile citare grazie alla gentile concessione di distributori quali R.T.I. Mediaset .

Non solo documentario ma anche un libro "Un friccico nel core" sempre scritto dal figlio Luca che ha voluto raccontare anche con la scrittura suo padre e i suoi "cento volti". Nino Manfredi è stato e resta uno degli artisti italiani più grandi di sempre. Con i suoi cento e più film, per il grande e piccolo schermo, è riuscito a stupirci, emozionarci, farci ridere e commuoverci, entrando nelle case di tutti gli italiani con la naturalezza di un amico di famiglia. Aveva mille qualità, ma anche tante debolezze, fragilità e paure: un "impasto" complicato di ingredienti umani, che hanno plasmato l'attore, il marito, il padre e il nonno. Era un po' come il pane casareccio della sua terra ciociara: compatto e saporito fuori, ma con tanti "buchi" nascosti al suo interno. In occasione del centenario della nascita, suo figlio Luca ha voluto con questo libro offrire ai lettori uno scorcio diverso, privato e intimo dell'artista a tutto tondo che fu suo padre, regalandocene un ritratto inedito e commosso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento