rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Attualità

Esportazioni, dati in crescita nel 2022: provincia di Frosinone trainata dal settore farmaceutico

La fotografia scattata dalle elaborazioni Osserfare sui mercati internazionali dell’anno passato

Dati in crescita delle esportazioni nel 2022 nella provincia ciociara come anche nel resto del Lazio. A scattare la fotografia le elaborazioni Osserfare sui mercati internazionali dell’anno passato e analizzate dalla Camera di Commercio di Forinone e Latina. 

La performance fatta registrare dalle due province si inserisce in un quadro nazionale in cui si mantiene sostenuta la crescita dell’export che nel 2022 ha messo a segno un ulteriore record: ammontano ad oltre 624 miliardi di euro le vendite all’estero Made in Italy, per un incremento del 20% rispetto all’anno precedente. 
Significativo lo sprint del Lazio che raggiunge la cifra record di 32 miliardi di euro di vendite all’estero (+12,7%); si attesta sui 16 miliardi di euro, il valore delle esportazioni delle province di Frosinone e Latina, per una crescita del 7,8% rispetto al 2021.

“Al riguardo - spiegano dalla Camera di Commercio -, le dinamiche ampiamente positive fino al terzo trimestre perdono tono in chiusura d’anno, come, d’altronde avviene anche su scala regionale, complice il peggioramento della domanda mondiale”.

esportazioni osserfare 2022

“La geografia dei flussi mostra per la provincia di Frosinone la crescita delle destinazioni europee (+5,8% la variazione percentuale), in primis i Paesi Bassi in deciso avanzo (+30%), destinazione principale dei prodotti farmaceutici (oltre 2 miliardi di euro, pari alla metà delle esportazioni complessive del frusinate di tali prodotti); mentre il mercato tedesco, secondo partner commerciale, perde tono (+20%) in ragione della flessione dei Mezzi di trasporto. Le vendite europee del segmento farmaceutico pontino, pari a un valore superiore a 7 miliardi di euro (80% la quota sul totale) crescono in Belgio (+12,8%), destinazione dei 2/3 dei flussi complessivi; diversamente, il mercato Usa rallenta (661 milioni in valore, -25%). I prodotti in metallo, secondo settore per valori dell’export potino con 409 milioni di euro (5% la quota sul totale), confermano il rimbalzo dello scorso anno per una crescita del 55% nell’ultimo biennio”.

“I rapporti commerciali dei nostri territori con l’estero si confermano un punto di forza che dimostra come, nonostante le forti tensioni geopolitiche, l’area vasta delle province di Latina e Frosinone vanti presenze di multinazionali farmaceutiche che ci collocano in una dimensione internazionale e, altrettanto, rapporti commerciali con l’estero consolidati in importanti segmenti industriali - commenta il presidente Giovanni Acampora -. Proiettare le nostre psi sui mercati internazionali è tra le priorità della Camera di Commercio che, con la sua Azienda Speciale Informare, ha avviato da tempo rapporti consolidati con le nostre consorelle all’estero, con Assocamerestero e con l’ICE per favorire l’internazionalizzazione delle nostre imprese, attraverso l’alta formazione dei manager, l’organizzazione di incoming con buyer stranieri e la partecipazione alle fiere internazionali. Un'azione che ci vedrà impegnati con i prossimi importanti appuntamenti con i b2b multisettoriali ‘Meet USA’, ad aprile, e con partecipazione a giugno al il Summer Fancy Food di New York”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esportazioni, dati in crescita nel 2022: provincia di Frosinone trainata dal settore farmaceutico

FrosinoneToday è in caricamento