menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferentino, arrivano più di seicentomila euro per la messa in sicurezza idrogeologica del territorio

Tre gli interventi individuati che permetteranno il recupero e la mitigazione del rischio idrogeologico di una parte del territorio comunale: zona Stufa Pigna Castello; località Stazione e località Cartiera

Ammonta a 613.991 euro il finanziamento a fondo perduto che il Comune di Ferentino ha ottenuto per la messa in sicurezza idrogeologica del territorio. La cifra è stata stanziata con decreto del Ministero dell’Interno, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il provvedimento ha approvato le richieste di finanziamento provenienti dai Comuni italiani secondo quanto previsto dall’art.1, comma 139, della Legge 30 dicembre 2018, n°145 da destinare ad investimenti relativi a opere pubbliche di messa in sicurezza del territorio. Tra gli enti beneficiari dell’anno 2021, dunque, c’è il Comune di Ferentino con un contributo complessivo di oltre seicentomila euro.

Gli interventi

Tre gli interventi individuati che permetteranno il recupero e la mitigazione del rischio idrogeologico di una parte del territorio comunale: zona Stufa Pigna Castello, in prossimità della variante Casilina; località Stazione, tra cui via Vecchia Labrofico e località Cartiera. In queste zone, dunque, grazie al finanziamento ottenuto sarà possibile realizzare opere per il ripristino e la protezione delle sedi stradali coinvolte dal movimento franoso.

Il Ministero dell’Interno provvederà ad erogare i contributi ai comuni beneficiari in tre tranche: una quota pari al 20 per cento entro il 28 febbraio 2021; una quota pari al 60 per cento all’avvenuto affidamento dei  lavori e il restante 20 per cento con la certificazione di regolare esecuzione dei lavori.

Pompeo: "Interventi per garantire sicurezza"

“Grazie a questo importante finanziamento ottenuto – sottolinea il sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo – possiamo procedere alla sistemazione di alcune zone con evidenti rischi idrogeologici a vantaggio dell’incolumità delle persone e delle cose. Interverremo sulle aree critiche per ripristinare lo stato dei luoghi e garantire sicurezza alla nostra comunità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento