menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiuggi, ecco l'Albergo Covid con quattro piani e 53 stanze per l'isolamento domiciliare

L'hotel Villa Laura è stato individuato dalla Asl come una struttura idonea a prendere in carico persone positive che necessitano di poche cure e persone negative in quarantena

Arriva a Fiuggi una struttura pronta ad accogliere tutte quelle persone risultate positive al Covid ma  con necessità di bassa intensità di cura e per tutti quei soggetti negativi in quarantena. Grazie  all’iniziativa di alcuni imprenditori del territorio c’è finalmente la possibilità di svolgere l’isolamento domiciliare in totale sicurezza: ben 53 camere disponibili, suddivise in 4 piani presso l’Hotel Villa Laura di Fiuggi.

Nei giorni scorsi, visto l’aumento dei contagi che stavano interessando tutta la Regione Lazio la  ASL di Frosinone ha deciso di approvare un bando per trovare strutture disponibili a prendere in carico persone risultate positive ma con necessità di bassa intensità di cura o persone negative in quarantena. Dopo attenta selezione la ASL ha individuato nella struttura fiuggina l’unica del territorio idonea a garantire prestazioni di qualità assicurando la massima sicurezza agli operatori.

La ASL, con lungimiranza, si è posta il problema di tutti quei casi, e sono tanti purtroppo, in cui un  familiare è in quarantena domiciliare per coronavirus, ma teme di mettere a rischio gli altri componenti del nucleo familiare. Perché sempre più numerosi sono i casi di positività al virus,  confermata dal test diagnostico, che non necessitano di ricovero ospedaliero e trascorrono il periodo di degenza a casa, in isolamento domiciliare obbligatorio.

Ma per escludere la possibilità di contagiare gli altri componenti della famiglia, dobbiamo seguire alcune importanti misure di prevenzione: che non sempre è possibile seguire per mancanza di spazi idonei. I positivi anche se asintomatici infatti, oltre ad evitare ogni contatto con gli altri membri della famiglia, devono dormire da soli e restare in una stanza dedicata, devono limitare i movimenti in  altri spazi della casa dove ci sono altre persone, ma soprattutto utilizzare un bagno dedicato, oltre a  tate altre accortezze.

Mirko Clemente della Reset Srl, in collaborazione con Natale Di Meo, ha aderito alla richiesta della  ASL di Frosinone ed in pochi giorni ha messo a disposizione una struttura a Fiuggi, idonea ad ospitare tutti quanti ne avranno bisogno. "Lo considero un dovere, la nostra coscienza sociale ci impone di venire in aiuto della ASL e dei cittadini, in questo momento di difficoltà che sta coinvolgendo tutta la nazione" ha dichiarato il sig. Clemente, il progetto, ci tengono a specificare 
dalla struttura, è sviluppato per garantire la massima sicurezza agli operatori, agli ospiti ed al personale sanitario e parasanitario presente in struttura e che dipende dalla ASL di Frosinone.

Ha inoltre aggiunto Clemente "Un ringraziamento alla Direttrice Generale Patrizia Magrini, all’ing.  Palmieri, al dott. Russo, alla dott.ssa Battisti, alla dott.ssa Pizzutelli, e a tutto lo staff della ASL che con competenza e professionalità ha consentito il realizzarsi di questo progetto in pochi giorni di lavoro intenso e produttivo". Il progetto non ha nulla a che vedere con i casi di contagi avvenuti in strutture ricettive in Ciociaria, anzi si tratta di una iniziativa all’avanguardia e regolamentata da 
procedure rigidissime.

Dalla struttura chiariscono che l’accesso potrà avvenire secondo due modalità: su richiesta del reparto ospedaliero dimettente, oppure, se l’ospite è a domicilio con richiesta a cura del SISP o del MMG. Perché di Covid si guarisce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento