Fiuggi, dopo la festa dell'ambiente è ora di mettere mano all'inquinamento del lago di Canterno

Il presidente Buschini chiederà un incontro all'Acea per verificare una soluzione alternativa all'impianto di depurazione consortile di Fiuggi

Cala il sipario sulla seconda festa dell'ambiente, organizzata presso il centro di educazione ambientale Legambiente Fiuggi.
Una due giorni all'insegna della riscoperta del territorio, sull'approfondimento delle criticità della riserva e con momenti di confronto con le istituzioni.

Una festa che si è aperta sabato scorso con un'escursione della valle Anticolana, in particolare monte Corniano, incontrando misteri e bellezze di questa Valle. Ieri invece si sono svolte attività sportive: passeggiata podistica, escursione e percorso intorno al lago di Canterno. Nel pomeriggio si sono concretizzate tutte le aspettative degli appassionati degli sport all'aria aperta, quando nelle parole del presidente del Parco, l'avvocato Bruno Marcucci, sono stati riportati i progetti cantierabili all'interno della riserva: pista ciclolacuale e il piano di assetto, che, dopo trent'anni, finalmente la vede luce per volontà della Regione e del Parco.

"L'intervento del presidente del Consiglio regionale Mauro Buschini, sollecitato dalle domande sull'inquinamento del lago di Canterno - ha dichiarato il presidente di Legambiente Fiuggi Enzo Pirazzi - è stato esaustiva. Buschini infatti chiederà un incontro all'Acea per verificare una soluzione alternativa all'impianto di depurazione consortile di Fiuggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Abbiamo chiesto sia al presidente del parco e sia a Buschini l'opportunità di realizzare uno sbarramento che permetta la fido depurazione lacuale delle acque provenienti dal fisso del Diluvio e dal depuratore, in modo da migliorare la qualita' delle acque del lago e fare in modo che i progetti sportivi che si vogliono realizzare sullo stesso abbiano la giusta sicurezza che tali attività richiedono. Sicuramente si sono chiusi due giorni dei 365 giorni a disposizione, è finita la festa ma il nostro impegno per la tutela di questo territorio continuerà per tutto l'anno". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento