menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asl Frosinone, la Cisl sul piede di guerra: “pronti a dichiarare lo stato di agitazione”

Mancano gli atti per attivare i pagamenti ai dipendenti delle progressioni economiche orizzontali dell’ultimo biennio

La Cisl Funzione Pubblica è pronta a proclamare lo stato di agitazione e ad avviare apposite azioni legali qualora l’Asl di Frosinone non proceda subito con atti chiari e definitivi al pagamento delle progressioni economiche orizzontali maturare dai dipendenti nell’ultimo biennio. È il contenuto della lettera che il Segretario Provinciale Cisl FP Giovanni Giacomo Palazzo ha trasmesso ai vertici dell’Asl di Frosinone.

“Da parte dell’Asl di Frosinone abbiamo avuto solo sterili e infruttuose relazioni sindacali – ha affermato il Segretario Provinciale Cisl FP Giovanni Giacomo Palazzo – Queste non hanno consentito di vedere realizzate compiutamente, in favore dei dipendenti dell’Asl, diversi accordi, sottoscritti collegialmente tra le parti. Due in particolare le mancanze. La prima riguarda il mancato pagamento agli aventi diritto di quanto sottoscritto tra le parti per il riconoscimento in favore dei dipendenti Asl delle progressioni economiche orizzontali maturate nell’ultimo biennio giuridico. La seconda riguarda la mancata adozione, da parte dell’Asl, di un atto esplicativo per l’applicazione di questo istituto. Infatti fino ad oggi l’amministrazione non ha effettuato gli adempimenti necessari e indispensabile per il riconoscimento economico contrattuale”.

Una situazione che la sigla sindacale ritiene inaccettabile e non più rinviabile. Per questo motivo il Segretario Provinciale Cisl FP Giovanni Giacomo Palazzo avverte che se entro quindici giorni non ci sarà un riscontro immediato alle richieste saranno messe in campo tutte “le iniziative necessarie alla tutela dei lavoratori, tra le quali l’indizione dello stato di agitazione e la predisposizione di azioni legali e, non ultimo, visto che sono disattese tutte le prerogative sindacali regolamentate da leggi e contratti, si procederà presso l’Autorità Giudiziaria alla denuncia di repressione della condotta antisindacale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

  • Eventi

    Alatri, il Cristo nel Labirinto e le Mura Ciclopiche

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento