menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Capo di stato maggiore dell'Aeronautica Militare, il generale Alberto Rosso, ieri presso l'aeroporto Moscardini di Frosinone

Il Capo di stato maggiore dell'Aeronautica Militare, il generale Alberto Rosso, ieri presso l'aeroporto Moscardini di Frosinone

Aeroporto Moscardini, Frosinone non perde “solo” la scuola elicotteri: anche l’Aeronautica Militare

Dopo oltre 80 anni niente più 72° Stormo e Arma Azzurra nel Capoluogo. Sarà assorbita dal nucleo interforze a Viterbo. È stato reso noto dall’amareggiato Capo di stato maggiore Rosso a margine della consegna dei brevetti a 31 piloti

Non è stato “soltanto” confermato il trasferimento della scuola elicotteri dell’aeroporto “Girolamo Moscardini”, malgrado la pur tardiva alzata di scudi dal Comune di Frosinone. Anche l’Aeronautica Militare, l'Arma Azzurra del Capoluogo, finirà nel nucleo interforze di Viterbo assieme al glorioso 72° Stormo.

A ufficializzare la perdita di un pezzo di storia frusinate, dopo ben 82 anni di onorato servizio, è stato direttamente il Capo di stato maggiore dell’AM: il generale di squadra aerea Alberto Rosso. Lo ha ieri, mercoledì 24 febbraio 2021, a margine della cerimonia di consegna dei brevetti a 31 piloti, di scena proprio presso l’aeroporto militare ciociaro. Quest’ultimo, con tutta probabilità, sarà in ballo in futuro per diventare centro interregionale della Protezione Civile. Fino al 2025, in ogni caso, continuerà a svolgere le funzioni fondamentali.  

Il generale Rosso: "Purtroppo leggi impongono dolorose rinunce"

In un’ottica di spending review, tra razionalizzazioni e ottimizzazioni, “purtroppo - ha spiegato un amareggiato generale Rosso - le contrazioni di personale e di risorse volute dalle leggi impongono dolorose rinunce e riduzioni”. Come nel caso di Frosinone, che rispetto a Viterbo gode di meno specialità e spazi e dotazioni infrastrutturali. Nella Tuscia, inoltre, spiccano la scuola sottufficiali nonché il Comando aviazione dell’Esercito. Un trasferimento all’inverso, pertanto, sarebbe stato illogico e troppo dispendioso. Anche perché si tratterebbe anche e soprattutto di spostare 2.500 persone a Frosinone invece di 500 a Viterbo.

L'appello in ottica futura: "Ci vorranno dialogo e concertazione con tutte le istituzioni"

Riguardo al futuro, il Capo di stato maggiore dell’Aeronautica militare ha fatto presente che “dobbiamo iniziare a pianificare un progetto concreto che garantisca a Frosinone e a questa bellissima terra un indotto economico all’altezza dell’attuale situazione. Ci vorranno dialogo e concertazione con tutte le istituzioni per individuare la strada migliore che porti pari livelli occupazionali e mantenga nel Frusinate capacità e sviluppo economico”. Il tutto, ovviamente, non legato all’Aeronautica militare. L’Aeroporto Moscardini verrà convertito in altro. “Non possiamo permetterci due scuole - ha tagliato corto il generale Rosso – Doppioni in sostanza”.

  

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento