Urbanistica del capoluogo, grandi novità: approvata la metropolitana di superficie

I consulenti incaricati dello studio sul piano del traffico e della mobilità alternativa hanno evidenziato i notevoli vantaggi, sotto il punto di vista ambientale e di evoluzione della mobilità, connessi alla nuova opera pubblica

La giunta Ottaviani, nell’ultima seduta settimanale, ha approvato la scheda tecnica necessaria all’utilizzo del finanziamento previsto dal Decreto del Ministero dei trasporti, di concerto con i dicasteri dell'economia e delle finanze e dello Sviluppo Economico.

Il Comune di Frosinone, infatti, è risultato assegnatario di un contributo pari a 5.640.569 euro: è volontà dell'Amministrazione Comunale, infatti, procedere all' utilizzo del finanziamento concesso ai fini della realizzazione di un progetto sperimentale innovativo di mobilità sostenibile, coerente con il Piano urbano per la mobilità sostenibile (PUMS), per l’introduzione di mezzi su gomma ad alimentazione alternativa e relative infrastrutture di supporto. Il progetto, in particolare, riguarda la realizzazione di un sistema di BRT (Bus Rapid Transit) in coerenza con il Pums (che, recentemente adottato con delibera di giunta, sarà a breve illustrato in consiglio comunale), con l'utilizzo di mezzi su gomma ad alimentazione elettrica, con un percorso, concordato a partire dalle indicazioni del sindaco, Nicola Ottaviani, che includa Scalo ferroviario, via Don Minzoni, Via Marittima, Via Aldo Moro, fino a Piazzale De Matthaeis.

Già nei mesi scorsi, anche attraverso il coordinamento dell'assessorato ai trasporti di Massimiliano Tagliaferri, si sono tenute diverse riunioni interdisciplinari tra i settori comunali, per attivare lo studio di progettazione della metropolitana di superficie. I consulenti incaricati dello studio sul piano del traffico e della mobilità alternativa hanno evidenziato i notevoli vantaggi, sotto il punto di vista ambientale e di evoluzione della mobilità, connessi alla nuova opera pubblica. Inoltre, la possibilità di disporre di vettori alimentati completamente a batteria, della lunghezza variabile dai 12 ai 18 metri, permetterebbe anche una alta sostenibilità sotto il punto di vista ambientale, con una capacità di carico di utenti di gran lunga superiore rispetto ai normali autobus in circolazione, garantendo ulteriori indici di distanziamento tra i passeggeri, sicuramente utili anche nei periodi di emergenza sanitaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento