Straordinari non pagati alla Asl del capoluogo. Un triste primo maggio per i lavoratori

La denuncia arriva dai rappresentanti sindacali della Cgil che chiedono ai vertici aziendali di trovare una pronta soluzione

Brutta festa dei lavoratori per i dipendenti della Asl di Frosinone che, ancora una volta, si trovano – loro malgrado – a lavorare più del dovuto senza essere pagati. E ciò accade nel silenzio assordante della Direzione Amministrativa aziendale, che non si è sentita nemmeno in dovere di informare le OO.SS. e il personale del Comparto, così da giustificare la propria inefficienza gestionale, visto che non è stato liquidato il salario accessorio (straordinario) da parte aziendale, accodandosi, in questo, al malcostume di altre amministrazioni che abbiamo già denunciato nei giorni scorsi.

Gravissimo e inaccettabile il comportamento ASL

"LA FP CGIL di Frosinone Latina ritiene gravissimo e inaccettabile questo reiterato modus operandi aziendale  che - come un Robin Hood alla rovescia - ruba ai poveri per dare ai ricchi. La ASL si conferma essere un cattivo datore di lavoro, che non agisce in modo imparziale con i suoi dipendenti. Non vogliamo pensare che tale disinteresse aziendale verso una tipologia di lavoratori possa dipenderedal fatto che quei dirigenti che hanno la responsabilità di liquidare l’istituto del salario accessorio al personale del comparto non abbiano interesse,considerato che la loro retribuzione è omnicomprensiva, ma… “a pensar male si fa peccato, ma spesso si indovina…”

Straordinario per cronica carenza di personale 

"Questa O.S. - spiegano i rappresentanti della Cgill - ritiene inaccettabile che l’Azienda Sanitaria, da una parte costringa i propri dipendenti a prestare sempre più ore di lavoro in regime di straordinario, anche per far fronte alla cronica carenza di personale che si aggraverà con l’avvicinarsi del periodo delle ferie estive, dall’altra parte non riconosca con puntualità quanto dovuto ai lavoratori, creando difficoltà a chi giustamente su quei compensi ha fatto affidamento, alimentando così demotivazione e rischio di disservizi, con possibili ricadute negative sull’utenza. La F.P. CGIL chiede che la ASL di Frosinone liquidi immediatamentele spettanze dovute ai lavoratori per attività prestata in regime di straordinario, eventualmente predisponendo una busta paga integrativa, come peraltro precedentemente garantito alla dirigenza, ma mai al personale del Comparto….  La Pubblica Amministrazione deve agire secondo il principio di imparzialità e non arrecare a suo vantaggio indebito arricchimento, a spese dei suoi dipendenti: modalità venute meno nell’Azienda Sanitaria di Frosinone che  questa Organizzazione Sindacale intende segnalare agli organi di controllo contabili e regionali, garantendo allo stesso tempo tutela  legale ai lavoratori danneggiati.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento