rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Psicosi guerra

Presi d’assalto i supermercati della Provincia di Frosinone: la situazione

Come accaduto in gran parte d'Italia, anche la Ciociaria è vittima della psicosi provocata dalla guerra: letteralmente svaligiati i beni di prima necessità come pasta, olio di semi e farina

Anche a Frosinone e Provincia sono stati presi d’assalto i supermercati. Negli ultimi giorni, in tutta Italia, è scattata una vera e propria psicosi dovuta alla guerra in Ucraina e allo sciopero annunciato degli autotrasportatori che doveva tenersi ieri, 14 marzo, poi sospeso. Per questo molti supermercati della Ciociaria sono stati presi di mira dalle persone più ansiose di non riuscire più a trovare i beni di prima necessità come pasta, olio di semi e farina, letteralmente andati a ruba in questi ultimi giorni.

Una psicosi generale dovuta, come scritto, principalmente alla guerra tra Russia e Ucraina, entrambi i Paesi tra i principali produttori di grano. Ovviamente le importazioni di alcuni prodotti da quelle nazioni, causa conflitto, sono bloccate e per questo si è pensato bene (male) di accaparrarsi tutto il prima possibile. Ovviamente alcune aziende italiane che “contano” sui prodotti di Ucraina e Russia andranno in difficoltà, ma di certo avranno un piano B per far fronte a questa difficoltà e quindi molto difficilmente si andrà incontro ad una carenza di questi beni nei prossimi giorni. Ci sono tante realtà italiane e locali che comunque utilizzano solamente materie prime dello Stivale, come il grano duro, e quindi questa psicosi è del tutto infondata.

ceb23012-1b65-4bc3-8cf0-6b14e329aae8-2

“Abbiamo una forza produttiva che ci fa dire che problemi non ci saranno”

A pesare sui “saccheggi” ai supermercati c’è anche la paura di possibili costi aumentati per pasta, farina, ecc., come accaduto per il carburante, e come scritto in precedenza, per un possibile sciopero nazionale degli autotrasportatori, per ora scongiurato.

A provare a tranquillizzare i consumatori sull'approvigionamento dei supermercati – riporta RomaToday - ci ha pensato il ministro politiche agricole Stefano Patuanelli: "Abbiamo una forza produttiva che ci fa dire che problemi ai supermercati non ci saranno, dobbiamo dare un messaggio di speranza e tranquillità ai cittadini perché in questo momento non ci sono motivi per fare l'assalto agli scaffali dei supermercati. Effettivamente ci sono materie prime che approvvigioniamo da alcuni paesi che sono in conflitto o molto vicini al conflitto, che hanno fatto scelte commerciali discutibili come l'Ungheria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presi d’assalto i supermercati della Provincia di Frosinone: la situazione

FrosinoneToday è in caricamento