Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

Alla riscoperta della cascata dello Schioppo, un paradiso nel cuore del capoluogo

L'associazione Frosinone Bella e Brutta da giorni all'opera per ripulire l'area abbandonata. Al loro fianco alcuni ragazzi ospitati nel centro di accoglienza del comune di Guarcino

Esiste un piccolo paradiso nel cuore della città di Frosinone, nascosto dal traffico, dai palazzi e dal trambusto quotidiano, a pochi passi da via Aldo Moro. Un angolo di verde in cui il fiume Cosa si tuffa per alcuni metri dando vita alla cascata dello Schioppo. Un luogo conosciuto ai frusinati sicuramente meno al resto della provincia. È qui che l'associazione Frosinone Bella e Brutta sta portando avanti un'iniziativa dalla doppia valenza, che se da un lato ha l'intento di ripulire l'area per restituirla alla città, dall'altro vuole farsi portavoce di un messaggio di integrazione.

Un esempio da seguire

A collaborare con i membri dell'associazione infatti, oltre ad alcuni cittadini del posto, sono intervenuti i ragazzi ospitati nel centro di accoglienza del comune di Guarcino. Giovani volenterosi che, come racconta il presidente onorario dell'associazione Luciano Bracaglia: "si rendono molto utili nel Comune che li sta ospitando lavorando in diversi settori. Una parte, quelli più informatici, stanno catalogando libri in biblioteca, altri aiutano nella raccolta dei rifiuti di competenza del comune, alcuni spazzano le strade, altri con i decespugliatori tagliano erba nei luoghi comuni. Poi, c'è un gruppetto che è stato assunto da un'azienda che concia pellami". Un esempio di buona gestione dei migranti, tenuti impegnati in lavori di utilità sociale, che per Bracaglia dovrebbe essere d'ispirazione per gli altri Comuni.

L'evento

Da giorni all'opera con tanto di tagliaerba, falci e pale, stanno risistemando l'area riportando al suo splendore, uno dei luoghi più belli del capoluogo ciociaro, troppo spesso dimenticato e lasciato all'abbandono, in vista dell'evento che si terrà il primo luglio "Arte, flora e fauna sul fiume Cosa". "Un'occasione per far riscoprire ai cittadini frusinati le bellezze della città  e quell'enorme polmone verde che vive al di sotto del centro storico" ha commentato David Toro presidente di Frosinone Bella e Brutta. Durante la giornata si parlerà di tutela dell'ambiente, della storia del fiume Cosa e della sua flora, saranno inoltre allestite mostre fotografiche ed artistiche. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla riscoperta della cascata dello Schioppo, un paradiso nel cuore del capoluogo

FrosinoneToday è in caricamento