Buoni spesa, si può fare richiesta online o negli uffici in via Armando Fabi

A partire dalla giornata di venerdì 3 aprile, dalle ore 9, e anche nei giorni successivi, sarà possibile recarsi personalmente presso gli uffici di via Armando Fabi a Frosinone (ex Mtc)

Da ormai 48 ore, la macchina comunale di Frosinone è in pieno movimento per l’organizzazione di ogni fase relativa al ricevimento delle domande per l’erogazione dei buoni spesa gratuiti, a favore dei cittadini che si trovino in difficoltà economiche e finanziarie. In particolare, attraverso il sito www.comune.frosinone.it, sarà possibile continuare a scaricare i moduli anche per i prossimi giorni, corredandoli della dichiarazione in autocertificazione, mentre il tutto dovrà poi essere girato all’indirizzo di posta elettronica sportello.famiglia@comune.frosinone.it dell’assessorato ai servizi sociali.

A questo indirizzo di posta sono già pervenute circa 200 domande per la concessione del contributo finalizzato all’acquisto dei buoni spesa mentre, a partire dalla giornata di venerdì 3 aprile, dalle ore 9, e anche nei giorni successivi, sarà possibile recarsi personalmente presso gli uffici di via Armando Fabi (ex Mtc), per chi vorrà depositare il modulo compilato in modo cartaceo, senza utilizzare la posta elettronica del Comune.

Uffici aperti anche la prossima settimana

“Dobbiamo ricordare a tutti – ha dichiarato il sindaco, Nicola Ottaviani – che non vi è alcuna fretta per depositare personalmente le domande per i buoni spesa, poiché gli uffici comunali dei servizi sociali rimarranno aperti a questo scopo non solo venerdì mattina, dalle 9 alle 13, ma anche durante tutta la prossima settimana, sempre al mattino, mentre lunedì e mercoledì sarà aggiunto anche il turno pomeridiano dalle 15 alle 18. Prenderemo, quindi, le domande, sia con la posta elettronica del Comune, sia grazie alla disponibilità encomiabile del personale comunale e della Osa che, con circa 20 unità lavorative complessivamente, garantiranno tutta l’assistenza anche per la compilazione dei moduli. Il personale della Protezione civile e gli uomini della Polizia municipale distribuiranno dei tagliandi con i numeri progressivi, per assicurare il rispetto delle distanze di sicurezza, tra le persone presenti sulle aree interne ed esterne dell'assessorato di via Armando Fabi, tagliandi che saranno anche utilizzati nei giorni successivi per l'organizzazione del tutto.

Chi ne fa richiesta verrà ricontattato

Alla fine della prossima settimana, dunque, richiameremo telefonicamente i singoli presentatori delle domande, per consegnare loro, da qui ai prossimi 7-8 giorni, i buoni spesa da utilizzare negli esercizi commerciali presenti sul territorio. Per questa prima fase, metteremo a disposizione circa 150.000 euro, mentre per le settimane successive saranno impiegate le ulteriori risorse per altri 300.000 circa, per venire incontro ai bisogni delle singole famiglie e dei single”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il bando relativo alle offerte di convenzione con il Comune di Frosinone, per l’effettuazione dell’acquisto dei generi alimentari, ha visto rispondere 7 diverse aziende, tra gli esercizi di vicinato, i supermercati e la grande distribuzione, che saranno pagate dal Comune di Frosinone entro 30 giorni circa dalla presentazione della fattura di acquisto dei buoni spesa da parte dell’ente municipale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento