Consiglio comunale, approvato il Bilancio consolidato

Dalla maggioranza arriva l'ok per l'esercizio del 2018. La seduta è stata aperta con la comunicazione del sindaco Ottaviani sui fondi per il trasporto scolastico per gli alunni con disabilità

Consiglio comunale Frosinone 30 settembre

Il consiglio comunale di Frosinone ha approvato la voce relativa al Bilancio Consolidato per l'esercizio 2018 del Comune di Frosinone (di cui è stato acquisito il parere favorevole del Collegio dei revisori) illustrata dall’assessore al bilancio e alle finanze, Riccardo Mastrangeli. L'art. 11-bis del d.lgs. 118/2011 prevede che le amministrazioni debbano adottare comuni schemi di bilancio consolidato con i propri enti ed organismi strumentali, aziende, società controllate e partecipate.

La Giunta Comunale con deliberazione n. 358 del 04/09/2019 ha approvato ai fini del possibile consolidamento dei conti, gli enti rilevanti ai fini delle operazioni di consolidamento. A tale riguardo, l’Organo esecutivo ha individuato due distinti elenchi concernenti: nel primo, sono inclusi gli enti, le aziende e le società che compongono il gruppo amministrazione pubblica, evidenziando gli enti, le aziende e le società che, a loro volta, sono a capo di un gruppo di amministrazioni pubbliche o di imprese; nel secondo, gli enti, le aziende e le società componenti del gruppo compresi nel bilancio consolidato (perimetro di consolidamento).

Nel secondo gruppo, sono rientrate le società che presentano valori rilevanti di: totale dell’attivo, patrimonio netto e totale dei ricavi caratteristici, rispetto ai medesimi valori del bilancio dell’ente. Le società individuate sono la Società SAF Spa e il Consorzio di Sviluppo Industriale Frosinone. Il bilancio consolidato si basa sul principio che esso deve riflettere la situazione patrimoniale - finanziaria e le sue variazioni, incluso il risultato economico conseguito, di un'unica entità economica composta da una pluralità di soggetti giuridici. Pertanto, devono essere eliminati in sede di consolidamento le operazioni ed i saldi reciproci, perché costituiscono il trasferimento di risorse all’interno del gruppo. Nel bilancio consolidato del Comune, i valori delle società partecipate sono confluiti mediante applicazione del metodo di consolidamento proporzionale: i bilanci delle società partecipate concorrono proporzionalmente alla quota di partecipazione. Si effettua una sommatoria dei valori della partecipante con quelli delle partecipate (per ogni singola posta di bilancio patrimoniale ed economica), per un importo proporzionale alla quota di partecipazione con riferimento ai bilanci delle società partecipate.

Non vi sono scritture di elisione di debiti e crediti reciproci mentre, come risulta dalla relazione del Dirigente del settore gestione risorse, non sono riconciliate le partite debitorie e creditorie al 31/12/2018 verso la SAF SpA; risultano inoltre in contestazione altre fatture oggetto di verifica da parte degli uffici del Settore Urbanistica e Ambiente. Il documento approvato specifica inoltre che tale atto non costituisce  pedissequa approvazione da parte del Comune di Frosinone dagli specifici schemi di bilancio predisposti dalle società partecipate, tenuto conto anche dei contenziosi attualmente pendenti con la SAF S.p.A., relativamente ad alcune consistenti partite debitorie e creditorie. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fondi trasporto alunni con disabilità

Ad apertura seduta il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha illustrato la voce relativa alla delibera di G.C. n. 366 dell’11.09.2019, relativamente al trasporto alunni con disabilità. La giunta, aveva già indicato, in precedenza, la necessità di destinare dei fondi dedicati per l’erogazione del servizio: l’accesso al fondo di riserva si è reso quindi necessario a seguito di quanto previsto dalla attuale legislazione, che impone un equilibrio tra entrate da tariffe rispetto ai costi sostenuti, dopo che diverse sezioni della Corte dei Conti hanno statuito che il trasporto scolastico debba ritenersi un servizio a domanda individuale, senza l'opzione che lo stesso possa ricadere sulla fiscalità generale di tutti i cittadini. Per questo motivo, nonostante gli investimenti compiuti, da parte dell'amministrazione, nel settore del servizio di trasporto scolastico (in assenza di adeguati contributi statali e regionali), si è reso necessario anche un intervento di ottimizzazione per continuare ad assicurare un servizio di qualità all'utenza, passando dalle attuali 5 linee a 2 linee, orientate a servire i cittadini che, per dislocazione territoriale, avessero le maggiori difficoltà. L’ente ha infatti attivato, a carico dei servizi sociali, coordinati dall’assessore Massimiliano Tagliaferri, un sostanzioso intervento sulle famiglie con ISEE non superiore ai 12.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, esplode una bomba da guerra in un campo dove bruciavano sterpaglie

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

  • Coronavirus, trend dei contagi stabile in Ciociaria. Una 15enne trasferita da Frosinone al Bambino Gesù

  • Coronavirus, contagi raddoppiati in poche ore a Valmontone

  • Coronavirus, la storia di Pina, Vigile del Fuoco discontinuo che sta combattendo per la vita

  • Coronavirus, tre carabinieri positivi: uno ha febbre e tosse, due sono asintomatici

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento