La richiesta di Ottaviani: "Regione e Asl correggano i dati sui tamponi e sul numero dei positivi"

Siamo alle solite, dopo mesi e mesi nell'emergenza coronavirus ancora si segnalano pesanti ritardi nella comunicazione del numero dei positivi tra la Asl ed i comuni

Nelle ultime ore i numeri delle persone positive e con il covid-19 continuano inesorabilmente a salire anche in Ciociaria (ieri si è sfiorata quota 350 con un decesso) ma i problemi di "comunicazione" tra la Asl ed i comuni, come abbiamo più volte evidenziato, continuano ad essere ben presenti.

La richiesta del primo cittadino di Frosinone

“Stiamo registrando gravi anomalie nella trasmissione e nella elaborazione dei dati relativi al numero dei tamponi e, soprattutto, del rapporto tra gli stessi e il numero di positivi rispetto alla popolazione residente – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, dopo una giornata in cui il numero dei positivi sulla provincia e sul capoluogo ha registrato un significativo incremento – È assurdo che, ancora oggi, non possiamo ricevere comunicazioni tempestive sulla residenza delle persone che vengono trovate positive nei laboratori convenzionati ove vengono effettuati i relativi test e tamponi, alterando, in tal modo, la effettiva concentrazione ed incremento dei casi e della statistica.

Il Comune ha bisogno di informazioni chiare e dirette per erogare i propri servizi assistenziali e di supporto, senza dover attendere il giro che in questo momento avviene, che parte dai laboratori, arriva alla Regione, torna alla Asl e poi, forse, quando si è perso tempo utile, finisce per essere comunicato anche al Comune. Senza considerare il fatto che i dati mancano, molto spesso, dell’indicazione della residenza dei positivi e delle persone in isolamento che, nelle successive verifiche anagrafiche, non risultano neppure residenti in città. Gli operatori stanno sicuramente facendo il massimo ma è fin troppo evidente che i protocolli e le metodologie operative non stiano funzionando come dovrebbero. Speriamo che Regione e Asl procedano, velocemente, ad aggiornare queste metodologie operative, prima che la macchina si inceppi irrimediabilmente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento