Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Degrado ai giardinetti della stazione di Frosinone, una mamma esasperata scrive a Le Iene

Lo sfogo sul web: "Sono anni che denunciamo la situazione, ma nessuno ci ascolta". Il commento del consigliere Ferrara: "La zona deve essere presidiata"

Le foto scattate dalla mamma e pubblicate in rete

"Sono anni che chiediamo un occhio di riguardo per una situazione che sta degenerando, ma nessuno ci ascolta, ora mi rivolgo a Le Iene". E così ha fatto. Una mamma esasperata, così come tanti altri genitori, ha contattato la trasmissione di Italia 1 denunciando quanto, da troppo tempo, accade all'interno dei giardinetti della stazione di Frosinone.

In quello spazio, che doveva essere riservato al gioco dei più piccoli, o a momenti di tranquillità per gli anziani, regna il degrado più totale. Bottiglie di vetro gettate ovunque, rifiuti sparsi, giostrine distrutte, cittadini stranieri che dormono ad ogni ora sulle panchine oppure si dedicano ad attività poco lecite. Uno scenario che si ripresenta ogni giorno ed in qualsiasi orario, tanto che le mamme non si sentono più libere di poter usufruire di quell'area diventata purtroppo terra di nessuno. Troppo pericolosa per far giocare dei bambini, troppo pericolosa perfino da attraversare a piedi quando si scende dal treno e si deve recuperare la propria auto parcheggiata. Dopo le tante segnalazioni all'amministrazione comunale si tenta il tutto per tutto coinvolgendo i media nella speranza di ottenere qualche risultato, poter tornare a vivere con serenità ciò che la propria città ha da offrire. 

Sulla vicenda fin troppo nota è intervenuto il consigliere comunale Marco Ferrara: "I giardinetti della Stazione - commenta - meritano di essere valorizzati attraverso l'installazione di un numero di telecamere di sorveglianza ad infrarossi che consenta la copertura totale di tutti gli spazi. Nessuna zona deve essere lasciata scoperta. La sicurezza nostra e dei nostri figli deve essere garantita. La zona stazione deve essere presidiata affinché sia disincentivata qualsiasi situazione delinquenziale e di degrado urbano. Non é possibile lasciare indisturbati di giorni e di notte decine di persone che utilizzano i giardinetti per spacciare la droga o per ubriacarsi o per compiere atti di danneggiamento. Mi riferisco anche al pezzo di giardino presente su piazzale Kambo che é diventato un luogo stabile di bivaccamento di nullafacenti, ubriaconi e spacciatori. Un paese civile non dovrebbe permettere la presenza di un degrado permanente che non é un bel biglietto da visita per chi arriva in treno a Frosinone".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado ai giardinetti della stazione di Frosinone, una mamma esasperata scrive a Le Iene

FrosinoneToday è in caricamento