Domenica, 14 Luglio 2024
I dieci progetti

Dieci progetti per la città: i percorsi pedonali naturalistici

Con l’intervento proposto si intende valorizzare i percorsi naturalistici urbani che collegano Viale Mazzini e Via Firenze-Via Ciamarra con l’area del Parco Matusa e Viale Roma con il Fiume Cosa e l’area dello Schioppo

Dieci progetti per cambiare il volto della città. Qualche giorno fa la giunta comunale ha approvato l’elenco degli interventi di prima fase del “Pr Fesr 21-27 - Obiettivo di Policy 5 - Strategia territoriale di Frosinone. Interventi che hanno un valore di quasi 10 milioni di euro. I dieci progetti sono: il parco delle sorgenti, aree archeologiche del ponte del rio, terme romane sul fiume Cosa, greenway, percorsi pedonali naturalistici, parcheggi via Licinio Refice, parcheggi via Maria, Parco Cosa, Acquisto bus elettrici, infrastrutture e servizi digitali. Oggi andremo a scoprire la valorizzazione dei percorsi pedonali naturalistici urbani.

L'intervento

L’intervento è sinergico agli interventi previsti per favorire la resilienza climatica della città di Frosinone, e si colloca nell’Asse Strategico C. Frosinone: La città da vivere. L'intervento intende, altresì, incoraggiare e sviluppare un turismo di qualità, legato prettamente all’ambiente ed in particolare al fiume Cosa, all’area dello Schioppo e al Parco Matusa. Infatti, prevede la valorizzazione di due percorsi naturalistici urbani che collegano la parte “alta” con la parte “bassa” della città, cioè da Viale Mazzini e da Via Firenze-Via Ciamarra fino all’area del Parco Matusa, e del percorso che da Viale Roma porta all’area del Fiume Cosa e all’area dello Schioppo, attraverso la realizzazione di lavori di pulizia e decespugliamento della vegetazione che invade i sentieri, l’eliminazione degli ostacoli naturali, sistemazione del piano viabile, anche con posizionamento di gradini in legno e pietre, la realizzazione di deviatori/cunette per far defluire l’acqua, la realizzazione di piccoli muri a secco in corrispondenza dei versanti più ripidi, il posizionamento di staccionata in legno per mettere in sicurezza le persone che percorrono i sentieri, la realizzazione di adeguata segnaletica, il posizionamento di cestini dei rifiuti e corpi illuminanti fotovoltaici.

Principali attività previste dall’intervento

Con l’intervento proposto si intende valorizzare i percorsi naturalistici urbani che collegano Viale Mazzini e Via Firenze-Via Ciamarra con l’area del Parco Matusa e Viale Roma con il Fiume Cosa e l’area dello Schioppo, attraverso:
● Realizzazione di lavori di pulizia e decespugliamento della vegetazione lungo i 758 m dei percorsi;
● Eliminazione degli ostacoli naturali e sistemazione del piano viabile, anche con posizionamento di gradini in legno e pietre;
● Realizzazione di deviatori/cunette per far defluire l’acqua;
● Realizzazione di piccoli muri a secco;
● Posa in opera di staccionata in legno;
● Posa in opera di segnaletica e cestini in legno;
● Posa in opera di corpi illuminanti fotovoltaici.

Finalità dell’intervento

L’intervento rientra nella strategia di sviluppo integrato che la Città di Frosinone sta portando avanti da tempo, che si basa sulla complementarietà di azioni attuate in molteplici settori, in particolare in ambito sociale, economico e ambientale, e che l’Ente sta attuando attraverso la programmazione di differenti opere ed interventi per favorire la crescita economica sostenibile e lo sviluppo sociale ed ecologico. Nello specifico, l’intervento si colloca nell’ambito della politica di sviluppo urbano sostenibile e punta a valorizzare i percorsi naturalistici cittadini per migliorare l'ambiente urbano, rivitalizzare la città, favorire la mobilità sostenibile e la conoscenza dell’ambiente, educare e promuovere il senso di appartenenza con la natura e con i propri luoghi di vita, contribuire al benessere e alla soddisfazione della popolazione locale e al consolidamento dell'identità della comunità, ridurre l'inquinamento atmosferico, migliorare la qualità del sistema ambientale ed incentivare il turismo sostenibile.

Risultati attesi dalla realizzazione dell’intervento

 I risultati attesi sono:

- Riqualificate le aree di intervento;
- Migliorati i collegamenti tra il centro della Città e il fiume Cosa e l’area dello Schioppo;
- Favorita la mobilità pedonale;
- Ridotte le emissioni di CO2, riducendo l’uso di mezzi;
- Migliorata la qualità del sistema ambientale;
- Promosso lo sviluppo sociale, economico e ambientale integrato e inclusivo a livello locale;
- Promosso il turismo sostenibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci progetti per la città: i percorsi pedonali naturalistici
FrosinoneToday è in caricamento