Ex Permaflex, parte la variante urbanistica

Il progetto prevede anche il coinvolgimento dei quartieri cittadini e degli esercizi commerciali che insistono all’interno della cinta urbana

La giunta comunale di Frosinone, nell’ultima seduta settimanale, ha approvato, con immediata esecutività, l’individuazione di un percorso per la realizzazione di un intervento di riqualificazione e valorizzazione dell’area ex Permaflex. L’amministrazione Ottaviani, infatti, intende così ribadire la propria volontà di procedere alla trasformazione dell’area, situata in una zona strategica dal bacino potenziale di utenza stimato tra i nove e i dieci milioni di persone, allo scopo di realizzare un’opera destinata a servizi commerciali e parco tematico per il tempo libero, che darà lavoro a centinaia di addetti, sia nel comparto interno che nell'indotto. Il progetto su cui sta lavorando l’amministrazione, a seguito di studi effettuati da investitori privati, prevede anche il coinvolgimento dei quartieri cittadini e degli esercizi commerciali che insistono all’interno della cinta urbana.

Le zone interessate

La zona individuata dall’intervento rientra nell’ambito del nuovo concept di assetto del territorio portato avanti sin dalla prima consiliatura, che metterà dunque a sistema gli interventi riguardanti lo Scalo e quelli di recupero urbanistico ed edilizio dell'ex complesso industriale. A tale scopo, è stato attivato il procedimento di variante urbanistica per il cambio di destinazione d'uso dell'area ex Permaflex, da produttivo a commerciale.

L'opera compensativa

Il privato, dunque, ha confermato la propria volontà di voler proporre, come opera compensativa di pubblico interesse, la realizzazione dell'infrastruttura sull'area "ex Frasca", da trasferire, dopo le necessarie lavorazioni, nella titolarità dell'amministrazione comunale di Frosinone. L’obiettivo è quello di realizzare un’opera infrastrutturale, con una alta concentrazione di parchi e giardini, da vivere nel corso dell'intera settimana a prescindere dall'ingresso nelle superfici commerciali, diventando un punto di aggregazione e socializzazione di giovani e famiglie, attraverso la rivitalizzazione di una parte del tessuto economico della città, innalzando, inoltre, i livelli occupazionali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le azioni

L’atto di indirizzo della giunta segue quello del tavolo tecnico tra il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, il presidente del Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Frosinone, Francesco De Angelis, unitamente alla partnership privata che ha acquisito il complesso sito in località Valle Fioretta. Quali interventi di potenziamento delle azioni di urbanizzazione della zona, oltre all’infrastruttura da destinare a parcheggio dell’ex area Frasca, si prevede anche: la realizzazione della rotatoria all’uscita del casello autostradale di Frosinone e quella tra via di Valle Fioretta e la Monti Lepini  (già in fase esecutiva di progettazione, già inserita nel programma dei Lavori pubblici del Comune di Frosinone, con annesso finanziamento); la realizzazione della rotatoria di accesso all’area ex Permaflex sulla SR 156 dei Monti Lepini e rotatoria minore di accesso sua via Selvotta/via Fermi, oltre che della rotatoria tra la SR 156 dei Monti Lepini e SP 277 via Armando Fabi, già in stato avanzato di progettazione e da realizzarsi a spese del proponente privato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, muore in ospedale Massimo Santoro della storica gelateria “Bandiera Blu” di Colleferro

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento