Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Fabrizio Pignalberi incontra ‘Le Iene’ per scagionarsi: le accuse però non crollano

Il servizio, andato in onda ieri, 8 giugno, ha fatto un riassunto della puntata precedente, fornendo ai telespettatori maggiori dettagli prima dell’incontro tra Giulio Golia ed il Presidente di ‘Più Italia’

Dopo la puntata della scorsa settimana, ‘Le Iene’ hanno dato opportunità a Fabrizio Pignalberi di difendersi dalle varie accuse di truffa. Il servizio, andato in onda ieri, 8 giugno, ha fatto un riassunto della puntata precedente, fornendo ai telespettatori maggiori dettagli prima dell’incontro tra Giulio Golia ed il Presidente di ‘Più Italia’.

Pignalberi, arrivato nella sede della redazione de ‘Le Iene’ “armato” di due buste contenenti i documenti che, a sua detta, lo dovevano scagionare dalle varie accuse, ha avuto un confronto verbale con il famoso inviato della nota trasmissione televisiva, che però non ha assolutamente avvicinato le parti e chiarito le varie accuse.

Alla fine del confronto, inoltre, sono arrivate anche tutte le persone che, nel servizio precedente, hanno accusato il politico di varie truffe. Alla vista di queste persone, Pignalberi si è allontanato verso la propria macchina.

L’ulteriore replica di Pignalberi

Intanto il giorno prima della messa in onda dell’incontro tra Fabrizio Pignalberi e Giulio Golia, il presidente di Più Italia, tramite un comunicato, aveva rilasciato le seguenti dichiarazioni:

“Sono arrivati a coinvolgere mio cognato, con il quale io non ho rapporti ormai da anni, per un problema di automobili già pendente -  Afferma Pignalberi  - Per diffamarmi ulteriormente, stanno contattando altre persone - prosegue il Presidente di Più Italia – queste persone si definiscono ‘mie vittime’ pur non avendo avuto mai problemi di nessun genere con me. Ma lo scandalo è che tali persone sono state indotte a tale azione contro di me dietro compenso. Ho le prove di questo!”.

“Ho fatto anche una denuncia per associazione a delinquere - aggiunge Fabrizio Pignalberi - poiché è stato messo in atto nei miei confronti un vero e proprio 'disegno' criminoso”.

“Dietro a tutto questo scempio c’è purtroppo – conclude il Presidente di Più Italia – una sezione di Fratelli d’Italia di Piglio (Fr) tra I quali anche un finanziere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabrizio Pignalberi incontra ‘Le Iene’ per scagionarsi: le accuse però non crollano

FrosinoneToday è in caricamento